Get Adobe Flash player

I problemi di Howard: criticato anche dagli ex compagni

Howard e Nelson durante le Finals 2009Sicuramente non è la stagione che si aspettava, vista la posizione dei Lakers in classifica e gli infortuni che lo hanno tormentato, ma forse quello che Dwight Howard non credeva era di incontrare continui problemi  con l’ambiente, con il coach e soprattutto con la squadra. Ora sembra che le cose stiano migliorando, ma domenica, subito dopo la rimonta dei Lakers ai danni degli Hawks, negli spogliatoi è stato chiesto al tre volte “Difensore dell’anno” di parlare degli 8 anni passati ad Orlando e lui ha risposto: «Quella era una squadra piena di gente che non piaceva a nessuno e io ho fatto da leader col sorriso».

Parole che hanno scatenato la reazione degli ex compagni. Jameer Nelson ha commentato: «Quando inizierà a comportarsi da uomo e starsene fuori dai media?».

J.J. Redick, di recente passato ai Bucks, è della stessa opinione di Nelson: «Le parole di Howard non mi sorprendono affatto, sarei molto più meravigliato se si fosse preso le proprie responsabilità invece di scaricarle sempre sugli altri. Non è una cosa carina da dire, ma è la verità».

Non si può parlare di dichiarazioni d’amore, ma Howard, sentite le parole dei suoi ex compagni, ha aggiustato il tiro: «Come al solito le mie parole sono state fraintese e ingigantite. Io mi riferivo ai giornalisti, che ogni anno non facevano che criticarci e darci dei perdenti. Non avrei mai detto niente del genere riferito ai ragazzi con i quali ho giocato per 8 anni».

Parole che spiegano la prima dichiarazione, ma le risposte di Redick e Nelson fanno capire che il lungo dei Lakers non fosse amato nello spogliatoio, anzi. Chissà se a Los Angeles le cose vanno meglio.

Una risposta a I problemi di Howard: criticato anche dagli ex compagni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche