Get Adobe Flash player

Nowitzki è preoccupato per il futuro dei Mavs

Una stagione partita male, con l’operazione al ginocchio che lo ha costretto fuori per le prime 27 partite, e continuata peggio, visto che ora i Mavericks sono fuori da una posizione playoff e con il terzultimo record ad Ovest, sopra solamente a Phoenix e New Orleans. Dirk Nowitzki è preoccupato, oltre che per l’andamento della squadra, per i progetti societari, che per ora sono fermi al fallimentare mercato estivo. Le partenze illustri post titolo hanno lasciato un vuoto enorme, con un peso sempre più grande sulle spalle del tedesco, che ora ha lasciato intendere di volere un progetto serio per il futuro.

Non è la prima volta che Nowitzki lancia segnali di questo tipo alla società, pur specificando che a Dallas sta bene e che per ora non vorrebbe muoversi: «Se non avessi vinto il titolo qui avrei pensato seriamente ad andar via. Un po’ come hanno fatto Malone o Payton, che per vincere un anello si sono trasferiti. Ora però è diverso e vorrei chiudere la carriera con i Mavericks».

«Adesso è dura», ha continuato, «non mi è mai piaciuto costruire una rosa su qualche speranza. Abbiamo sperato in Deron Williams, poi in Howard, ma non è successo niente. Anche Chris Paul non avrebbe motivo di lasciare i Clippers, la migliore squadra del momento. La strategia è stata quella di aspettare la mia operazione e provare a costruire una squadra per l’anno prossimo, ma ci vogliono dei progetti seri e concreti».

Con Chris Kaman e Nowitzki alle prese con la riabilitazione la difesa dei Mavericks è praticamente nulla: «Ora come ora io e Chris insieme non siamo in grado di marcare nessuno», ha sentenziato il tedesco.

Risorgere nella seconda parte della stagione è quasi impossibile, ora è il momento di pensare già a come costruire una squadra competitiva per la prossima.

Una risposta a Nowitzki è preoccupato per il futuro dei Mavs

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche