Get Adobe Flash player

Non c’è pace per i Warriors: rientra Bogut, Curry di nuovo out

La squadra di Golden State non riesce a scrollarsi di dosso la sfortuna: finalmente torna dall’infortunio Andrew Bogut, alla sola quinta presenza in maglia Warriors e Stephen Curry, in un ottimo stato di forma e vicinissimo alla chiamata all’All Star Game, si ferma di nuovo per una storta alla caviglia che però non sembra niente di eccessivamente grave. Tutto questo nella partita vinta contro i Raptors, che subiscono la nona partita nelle ultime 13, 3 delle quali all’overtime, tornando con i piedi per terra dopo la convincente serie di risultati post infortunio di Bargnani.

Curry è uscito dal campo zoppicando nel terzo quarto, dopo aver realizzato 17 punti, e l’assistente allenatore di Jackson lo ha accompagnato nel corridoio degli spogliatoi per vedere se sarebbe stato in grado di tornare in campo. Il tempo era agli sgoccioli e i Warriors erano in controllo della gara, perciò si è preferito non rischiarlo.

Il ritorno di Bogut, con 12 punti, 8 rimbalzi e 4 stoppate in 24 minuti, ha però restituito all’head coach una rosa completa. «È stato grande», ha detto Jackson a fine gara, «la nostra squadra è completamente diversa con lui in campo. Ha la capacità di attaccare il canestro e passare la palla come pochi. In più è in grado di stoppare, difendere e prendere un sacco di rimbalzi».

«È stata una stagione complicata per me, sia fisicamente che mentalmente. Tornare in campo, sentirmi bene e vincere è stato il massimo», ha detto un raggiante Bogut nello spogliatoio.

In quinta posizione ad Ovest i Warriors ora sono completi per un finale di stagione che potrebbe riservar loro qualche bella sorpresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche