Get Adobe Flash player

Melo si vendica a Boston, Clippers in calo

I Knicks tornano al successo sul campo dei Celtics dopo 11 sconfitte consecutive e più di 6 anni; l’ultima vittoria corsara della squadra di New York è infatti datata novembre 2006. L’89 a 86 della notte ha però un sapore particolare per Carmelo Anthony, viste le polemiche tra lui e Kevin Garnett a seguito della sfida del 7 gennaio a Boston, anche se proprio Melo confessa che è tutto risolto: «È tutto finito. Abbiamo chiarito e non c’è più altro da aggiungere».

La striscia di partite con almeno 20 punti del numero 7 dei Knicks si allunga a 20, la terza più lunga di sempre nella storia della franchigia dopo quelle di Richie Guerin (29) e Patrick Ewing (28). «Ha risposto a tutte le polemiche nel miglior modo possibile», ha detto Chandler fresco di convocazione per l’All Star Game, «non c’è modo migliore di rispondere con una vittoria, specialmente su un campo dove non si vince da tanto tempo».

I Celtics nei tre possessi perdono 2 palle in maniera quasi dilettantesca e questo e la tripla di Smith (la prima dopo 5 errori) regalano il successo ai Knicks. Uno dei due turnover è passato per le mani di Pierce che non ha controllato un passaggio: «Quella palla era da controllare, mi prendo molte delle colpe per questa sconfitta. Ora siamo a 2 partite dal 50% in classifica, ma il campionato è ancora lungo, so che possiamo recuperare».

Dall’altra parte i Clippers sono alla terza sconfitta consecutiva, dopo il KO sul campo dei Suns e senza Chris Paul, fuori per infortunio al ginocchio, che probabilmente lo terrà fuori per almeno altre 2 partite.

Griffin, con soli 12 punti, ha subito un infortunio alla caviglia già dolorante, nonostante sia rimasto in campo per 36 minuti. A fine gara spiega la sconfitta: «Abbiamo fatto un pessimo lavoro in attacco, nonostante in difesa non abbiamo fatto malissimo. Una cosa è sicura: con Chris fuori dobbiamo fare molto meglio di così».

Per Phoenix grande partita di Dragic, con 8 assist, 5 rimbalzi e 24 punti, 9 dei quali segnati consecutivamente alla fine del secondo quarto, regalando il vantaggio ai Suns, tenuto poi fino alla fine.

Una risposta a Melo si vendica a Boston, Clippers in calo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche