Get Adobe Flash player

Lakers bene contro Houston, D’Antoni spera nel debutto domani contro i Nets

La riabilitazione per l’operazione al ginocchio non ha permesso al 24esimo coach nella storia della franchigia di LA di debuttare in panchina nella vittoria di ieri dei Lakers contro i Rockets. «Sono un po’ amareggiato, perché non vedo l’ora di sedere su quella panchina», ha spiegato D’Antoni, «ma ho parlato con (il fisioterapista) Gary Vitti e mi ha detto che sarebbe stato meglio non andare».

Nel frattempo con Bickerstaff in panchina, subito dopo l’esonero di Mike Brown, i Lakers hanno uno score di 4-1. Per questo motivo, ma anche per il bel rapporto che l’allenatore ha con i giocatori, D’Antoni ha deciso che si servirà di lui per il resto della stagione, comunicando che lo avrebbe inserito nel suo staff.

Costretto fuori con gli infortunati Steve Nash e Blake, D’Antoni ha piena fiducia della conduzione di Bickerstaff, che oltre ad aver accolto con riconoscenza le parole di stima del suo nuovo head coach ha commentato: «Credo che voglia fare il debuto con Nash, ma ogni giorno c’è un sempre più di D’Antoni in quello che facciamo».

Contro i Rockets intanto si è vista, forse per la prima volta, una squadra vera e “cattiva”: vittoria convincente con la tripla doppia di Kobe, 28 punti e 13 rimbalzi di Howard e bella prestazione di Gasol, che si toglie la soddisfazione di raggiungere quota 15.000 punti.

Le premesse sono buone, aspettiamoci il ritorno dei gialloviola.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche