Get Adobe Flash player

Zach Randolph: «Il mio ginocchio è al 100%»

I Grizzlies stanno prendendo forma. La stagione si avvicina e per un’altra annata ci si affida alla coppia di lunghi Zibo-Gasol. La partenza di OJ Mayo in direzione Dallas ha cambiato i programmi della franchigia, che su questa struttura ha costruito la fantastica post-season di due anni fa, quella che ha entusiasmato i tifosi e ha permesso ai ragazzi di Memphis di battere gli Spurs e scrivere una pagina fondamentale della storia della squadra.

L’uomo immagine dei quei Grizzlies era Zach Randolph, “Zibo”, semplicemente infermabile in quelle partite. Ora sta recuperando dall’infortunio. Con il fisioterapista Frank Martisciano sta costruendo il suo ritorno che lo ha costretto a rinunciare a 38 partite della scorsa stagione e lo ha abbattuto nel morale.

«Ora il mio ginocchio è tornato al 100%. Sto facendo con Frank un lavoro su ogni muscolo del mio corpo in modo da velocizzare il recupero», ha detto nel “media day” di Memphis. «Mi sento bene, è una nuova stagione ed io ho voltato pagina».

Il problema per lui e giocatori di questo tipo è il peso, cosa che per esempio anche Bynum è costretto a controllare in continuazione. Coach Hollins lo conferma: «A vederlo ora è un’altra persona rispetto al giocatore che ci ricordiamo, ma deve stare tranquillo e soprattutto non prendere peso».

Tanti nuovi arrivi per i Grizzlies e come al solito una vigilia col punto interrogativo: sopresa o squadra anonima?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche