Get Adobe Flash player

Howard ammette: «Volevo i Nets»

Dwight Howard torna sul suo trasferimento da Orlando intervenendo in una radio di New York e ammette che i Lakers non fossero proprio la sua prima scelta. A quanto pare le pressioni dei Nets avevano convinto almeno il giocatore, che ha ammesso di aver sperato di trasferirsi a Brooklyn.

«Volevo andare a Brooklyn, era la squadra che avevo indicato ai Magic per il trasferimento», ha detto Howard, «poi sono andato ai Lakers e penso che sia stato come una sorta di benedizione».

«Penso che ci sia una ragione per la quale tutto accade e così è successo a me. Ora per me è come la realizzazione di un sogno».

Si è inserito da subito nello spogliatoio Lakers e questo è evidente: «I miei compagni mi fanno sentire a casa», ha commentato.

«Non voglio tornare sul mio trasferimento, ma una cosa voglio dirla: quando si tratta di affari o del tuo lavoro, devi essere come un squalo, altrimenti la gente ti mette i piedi in testa. Non posso essere simpatico a tutti e ci sarà qualcuno che mi apprezzerà e qualcuno che mi odierà».

L’ultima battuta è sul titolo di miglior difensore della scorsa stagione: «meritavo quel premio, i numeri non mentono».

Una risposta a Howard ammette: «Volevo i Nets»

  • luca scrive:

    Quando un giocatore o una persona sono felici e sicuri delle loro scelte allora non c’è cosa migliore di un’autocritica,è il caso di Howard,se egli avesse continuato ad affermare di aver voluto la maglia gialloviola a tutti i costi bè potevamo dubitare sul fatto della sua convinzione,il centro ex orlando è sicurissimo dei Lakers perchè insieme al n 24 vuole l’anello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche