Get Adobe Flash player

Deron Williams: «Non abbiamo bisogno di aspettare Howard»

Più di un semplice uomo franchigia. Fin dal passaggio da Utah a New Jersey Deron Williams ha voluto prendersi la responsabilità di costruire una squadra che potesse puntare ai vertici, sia con la leadership all’interno dello spogliatoio, che fuori dal campo, andando a collaborare giornalmente con la società.

A confermarlo è Joe Johnson, arrivato in estate ai Nets, che ha rivelato: «Cinque giorni prima dello scambio, mi ha chiamato Deron e mi ha detto “ti piacerebbe venire ai Brooklyn?”. Ora non so come ha fatto, ma so che grazie a lui la trattativa si è conclusa». Sulla scia di Kobe Bryant, che ormai fa da head coach e General Manager ai Lakers, Williams sta prendendo il controllo dei Nets.

Anche il General Manager della nuova franchigia di New York, Billy King, ha infatti confessato che il suo play ha voluto mettere le cose in chiaro in anticipo riguardo alla trattativa Howard, prima che si aprisse il mercato dei free agent: «Mi ha detto semplicemente una cosa: “non abbiamo bisogno di aspettare Howard e rischiare di non avere una squadra. Brooklyn deve essere più grande di un singolo giocatore”». Ad un certo punto King era arrivato ad offrire Humphries, Lopez, Brooks e quattro prime scelte, ma i Magic non si sono fatti ingolosire.

Da quel momento sono arrivati nove nuovi giocatori e sono stati confermati tutti gli altri.

Certo un giocatore come Howard avrebbe sicuramente spostato gli equilibri, ma la scelta di Williams e della società alla lunga potrebbe pagare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche