Get Adobe Flash player

E gli Spurs, niente?

Grandi scambi, cessioni importanti e squadre rinforzate. Il mercato NBA ha aumentato l’attesa per l’inizio della nuova stagione. Lakers e Heat sugli scudi, Celtics un passo dietro, Thunder sempre validi e gli Spurs? In una sorta di regime di austerity la franchigia texana non ha praticamente mosso un passo. Nessuna scelta al primo round, nessun free agent in arrivo, niente.

Duncan, Parker e Ginobili ancora insieme. Confermato Boris Diaw, arrivato durante la scorsa stagione, il mercato degli Spurs è praticamente nullo. Ancora una volta, almeno stando alle strategie mostrate finora, non si è stravolta una rosa che, malgrado sia di valore, continua ad invecchiare e con il ritiro di Duncan ormai ad un passo.

Qualcosa si muove, anzi qualcosina: due giocatori si uniranno a breve agli Spurs per qualche allenamento. Brian Butch e Warren Carter, rispettivamente centro e ala, proveranno a convincere l’allenatore Popovich.

Carter ha già “annusato” un po’ di NBA, quando l’11 settembre del 2009 ha firmato con i Knicks per poi essere scartato dopo più di un mese. L’ultima stagione in Belgio per lui non è stata neanche male (in Belgio però).

Butch, centro di 211 cm, ha giocato in Grecia per poi tornare nel 2009 negli Stati Uniti con i Bakersfield Jam (D-League). Un lungo poco atletico ma con braccia lunghe e con un bel fiuto per i rimbalzi.

Queste ad oggi sono le possibilità in entrata per gli Spurs, che puntano sul trio per un’altra stagione e chissà per quante altre ancora.

7 risposte a E gli Spurs, niente?

  • gasp scrive:

    Hai ragione marco bisognerebbe eliminare 5-6 franchige ma la cosa è irrealizzabile

  • marco baraldi scrive:

    Ci sono a parer mio troppe squadre che riducono il numero dei talenti disponibili per ogni team.
    Se poi i talenti scarseggiano pure la qualità va a farsi benedire.
    Penso anche agli anni ’80: nei Lakers del 1985 l’ottavo uomo era un certo Bob McAdoo non ancora a fine carriera (sarebbe poi venuto a milano a vincere tutto), nei Celtics del 1986 il settimo era un certo Bill Walton, Phila nel 1983 aveva Bobby Jones 6°, Clint Richardson 7°, Clemon e Reggie Johnson 8° e 9°. Insomma un altro spessore.
    Ora si fa fatica a vederne due/tre di stelle nella stessa squadra.

  • Lore2324 scrive:

    rispetto agl anni 90 la NBA e peggiorata si…

  • gasp scrive:

    Pensandoci un attimo si puo capire quanto la qualità del gioco in nba sia peggiorata:10 anni fa il gioco degli spurs era considerato brutto per la troppa difesa che generava punteggi bassi e oggi è considerato il migliore della lega

  • Lore2324 scrive:

    esattemente gasp…senza contare che gioca il basket più bello della lega..

  • gasp scrive:

    Be ogni stagione gli spurs fanno cosi e tutti li danno per morti invece poi sono sempre ai piani alti della western

  • Lore2324 scrive:

    hanno preso de colo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche