Get Adobe Flash player

Miami, arriva al match point

La solita partita tirata a cui abbiamo assistito tra Oklahoma e Miami e terza vittoria consecutiva degli Heat. Miami Heat vs Oklahoma City Thunder 104-98. La partita in questione è stata esaltante per la forza e i contrasti mostrati in campo, forse meno per la tecnica e questo è quello che ha voluto Miami e coach Spoelstra. Lebron devastante (quasi tripla doppia) Wade sempre presente e Chalmers ha sorpreso un pò tutti. In casa Thunder da applaudire Westbrook e Durant, poi il nulla. Adesso sul 3-1 siamo pronti ad assistere ad una vittoria di Miami o ad un miracolo di Oklahoma.

Lebron James terrificante! Nessuna nuova notizia dal suo gioco e nessun cambiamento tattico per lui, ma il suo fisico spadroneggia in campo, decide lui come mettere la palla, da dove e quello che far fare ai compagni. La sua tripla doppia sfiorata 26 punti, 9 rimbalzi e 12 assist fa capire cosa ha fatto in campo. Le partite gomito a gomito, i traumi ricevuti non lo abbattono, ma lo caricano, lo innalzano ad un livello agonistico unico. Criticato da tutti, ma ora è il momento di tributargli i complimenti. Il faro di Miami. Voto 8 1/2

Dwywne Wade migliora un pò nelle percentuali di tiro e si attesta sui 25 punti finali. Crea molto gioco e la sua pericolosità tiene in allerte la difesa dei Thunder che a volte riesce a fermarlo sistematicamente rendendo il suo operato fine a se stesso. Non incide come i tifosi si aspettavano, ma il suo standard è salito anche se non troppo, ma forse proprio questo è il merito della squadra. Limitera un pò la figura di Wade in campo ha giovato a tutti gli altri. Voto 7

Shane Battier sotto tono, soli 4 punti finali e un 25% da 3. Da lui si è ottenuto molto in questi playoffs, più di qualsiasi immaginazione e una battuta di arresto era fisiologica e naturale. Difensivamente si è impegnato anche su Durant e questo gli fa onore, se poi una sua pessima partita, coincide con la terza vittoria consecutiva degli heat, allora bene così. Voto 6

Chris Bosh si è relegato a buon giocatore, lasciando definitivamente il posto di terzo Big in squadra. 50% dal campo e 13 punti finali per un giocatore che si limita a fare il suo senza prendere la squadra in mano nei momenti caldi, ne è stato escluso. L’anno scorso qualche tiro importante lo prendeva, quest’anno le finali ci dicono ben altro. Sopravvalutato. Voto 6

Mario Chalmers ha risposto presente alla chiamata delle armi che gli avevamo fatto negli scorsi giorni. 25 punti, 60 % dal campo e un’intensità di gioco altissima, prende la squadra per mano in certi momenti e infila 3 triple pesanti. Finora aveva giocato molto al di sotto delle aspettative di molti, ma nel momento del bisogno c’e’ stato e ha alzato la voce. Miami ne aveva bisogno. Voto 7 1/2

La panchina questa notte è stata solo di Cole che ha segnato 8 punti e dato dei buoni cambi, coma anche Jones (solo 3 punti però) che è stato più di 20 minuti in campo. Questa non è una squadra costruita per avere una panchina lunga e decisiva, ma l’apporto sporadico dei suoi componenti la rende, a volte, importante. Voto 6

Kevin Durant questa notte ha avuto un principale difetto, la sua bassa percentuale nei tiri da 3 (1/5, il 20%) che poi è il dato più grave per questi Thunder. Risulta superiore al marcatore di turno e punisce con molta costanza nei primi 3 quarti. Nell’ultimo periodo si assenta, come spesso gli capita ultimamente, e non da il contributo sperato da tutti i tifosi. Non così decisivo come i numeri possano far immaginare. Voto 6 1/2

Russell Westbrook è la vera stella della partita. Da solo, e ripeto da solo, riesce a metter in apprensione la difesa di Miami costantemente. I suoi arresti e tiro da 5 metri, la sua velocità, i suoi rimbalzi ed il suo essere leader sono le principali doti mostrate in campo questa notte. 43 punti, 7 rimbalzi e 5 assist impreziosiscono una partita fenomenale con 17 punti nell’ultimo quarto è l’ultimissimo a buttare la spugna. Voto 9

Sefolosha, Ibaka e Perkins toppano la partita. Forse Thabo un pò meno degli altri, ma in 3 incidono pochissimo e non danno l’aiuto sperato per la causa Thunder. 13 punti totali con 6/16 dal campo, utilizzati relativamente poco, non possiamo considerare questo reparto deifensivo all’altezza delle finali, si sono sciolti sul più bello. Voto 5

James Harden è il fantasma di se stesso, non riesce a giocare ai suoi livelli che ha mostrato fino alla finale di conference. Poi la pressione dell’evento lo ha spinto fuori dalla mischia. 2/10 dal campo non è accettabile da parte del barba. Voto 4

Da parte di Miami si affidano alla cabala e ai numeri, nessuna squadra, con la formula 2-3-2 è riuscita a ribaltare un 3-1, anzi non è mai arrivata alla settima. Dunque per la statistica la serie finisce 4-1 o 4-2 per Miami. Oklahoma invece spera di sorprendere tutti e confermarsi squadra giovane riprendendo per i capelli una serie quasi finita. Il match point a miami è un’occasione troppo importante per gli Heat e per il loro affezionatissimo pubblico, ma ai Thunder è bastato sempre troppo poco per vincere le partite che hanno perso e questo non fa dormire serenamente i ragazzi della Florida. Non facciamo nessun pronostico, ma la serie potrebbe essere meno lunga di quella prevista.

25 risposte a Miami, arriva al match point

  • AlessioHeat scrive:

    GUFATE STO CAVOLO!!!!!

    WE ARE THE CHAMPIONS.

    SHUT UP.

  • Nitrorob scrive:

    Basta polemiche dai!!
    questa mattina sono ottimista! stranamente mi sono svegliato con la convinzione che OKC vinca almeno questa sera!!
    bo forse è da pazzi lunatici! sarà che non voglio accettare il fatto che si siano rassegnati senza lottare!
    non mi faccio strane illusioni, tanto ormai il titolo è di Miami!! ma sarebbe un bel colpo vincere questa e tornare ad OKC per i nostri Thunder!!
    ormai hanno capito dopo 3 partite come gira la bussola! quindi spero che abbiano anche trovato la soluzione!!!!
    però certo parlano poi i fatti…………………………………… dai OKC regalaci almeno questa partita!!!

  • Sghembo scrive:

    Ottimo, ora abbiamo anche il redentore AlessioHeat! Ci voleva perchè noi (stupidi esseri) non siamo in grado di avere dei pensieri nostri, siamo influenzati dai media! Grazie AlessioHeat, purifica le nostre menti ottuse!

  • LALMiguel scrive:

    AlessioHeat di basket non capisci veramente un cavolo se mi dici che Miami ha un gioco di squadra. E’ passata solo dopo gara 7 nella serie con Boston, una squadra che sà veramente giocare a basket, stanca e fuori forma con il solo Rondo in palla, solo ed esclusivamente con una super gara 6 di Lebron, non con una super gara di Miami. Così come il titolo Nba non sarà ricordato quello degli Heat ma quello di Lebron. Ma senza gioco di squadra non si vince tutti gli anni…

  • Prince Mascio scrive:

    Su ogni articolo pure se si parla dei Bucks piuttosto che dei Wizards ( 2 squadre molto simpatiche a parer mio) bisogna sempre tirare in mezzo Lebron… E basta!!!! Abbiamo fatto tutti i complimenti a Miami xke ha interpretato questa serie in maniera completamente opposta a quella con Dallas lo scorso anno… Tutta la squadra ha girato nel momento giusto… Battier Chalmers il recupero di Bosh.. Ed ha avuto un Lebron a dir poco fenomenale ( detto da uno che ha criticato la scelta di dargli l MVP xke l’avrei dato tt la vita a Durant… Ma ammetto che nonostante nell 1vs1 KD ci va a nozza contro LBJ.. La capacità in queste finals di coinvolgere i compagni ed essere decisivo su entrambi i lati del campo con una media di 30 punti 10 rimbalzi e 7-8 assist a partita non fanno altro che confermare come FINALMENTE sia diventato the King)

  • nitrorob scrive:

    ahahahah ed ecco invece il “tipico” tifoso LBJ che spara commenti a cazzo quando tutti hanno elogiato la squadra e Lebron e colpevolizzato i Thunder! ma giustamente “voi” se non fate polemica su questa cosa non siete contenti!
    via via in questi post delle finali ci deve essere sempre quello che fa commenti del genere! bha!!
    cmq aspetto la sconfitta e la perdita del titolo nella prossima partita! io da tifoso non ci credo più alla rimonta!
    spero invece che i Thunder ci credano e ci stupiscano! ma da come sono andate ultimamente le cose la vedo dura!
    in tal caso pensiamo all’anno prossimo! e impariamo dagli errori!
    complimenti a Miami (fammelo dire sennò poi la gente si offende)

  • Lore2324 scrive:

    se ti riferisci al mio post Alessioheat io ad esempio non ho parlato male degli heat…ho detto..le bron sta meritando il titolo ma mi piace zero già dai tempi dei cavs…ci sono perdono obbiettive e non…se una dice che spolstra non e un buon allenatore ad esempio ritengo sia obbiettiva come il fatto che magari io ad esempio preferisco vedere giocare li spurs o i celtics o i lakers del triangolo di jackson agli heat perché non hanno un così bel gioco…difatti faccio solo i complimenti a chi vince quest anno perché dando per scontato che la serie non mi sarebbe piaciuta non la sto guardando…spero di essere stato obbiettivo e non una di quelle ” persone ” che hai detto te..

  • Valerio scrive:

    Bosh merita di più perchè ha fatto tante piccole cose ma importantissime…inoltre non si può dare 9 a un giocatore che fa quella cavolata a 13 secondi dalla fine…tu poiu anche fare 456mila punti ma se nel momento cruciale sbagli il voto si abbassa…c’è chi x un errore di lebron in un qualsiasi finale parla parla e parla per mesi mesi e mesi definendolo psicologicamente instabile…e allora vale lo stesso per Westbrook..per il resto sono daccordo su tutti gli altri voti…

  • AlessioHeat scrive:

    L’unica cosa che mi da molto fastidio e che voi “persone” che seguite l’NBA, odiate a priori gli HEAT e LEBRON JAMES. Voglio dire, ormai perchè sono(è) stati/o “eitichettati/o” come gli(L’) “odiosi/o”, ormai per voi a prescindere li screziate gratuitamente, del tipo :a me james mi sta antipatico, gli heat non hanno gioco, vanno avanti solo per wade, ma spoelstra che allentatore è?? ma no…che cavolo vincono gli heat che palle non se lo meritano…ecc. ecc..

    Cioè diamine siete “influenzati” dai MEDIA dai giornali e dalle persone anti-heat che etichettano un squadra cosi forte per farla diventare antipatica??????!!!!!ma un pò di obiettività no??? un pò di personalità vostra no????e basta con questi “insulti” gratuiti, per una squadra che se lo merita….ancora deve vincere…ma se lo merita….diamine!!!

    cavolo e poi, per 7-8-9 azioni di fila….voi che dite che gli heat sono solo JAMES…..per 7-8-9-10-11 azioni di fila i THUNDER hanno giocato solamente palla a WESTBROOK, PERCUSIONE e TIRO…..e dai tutta la partita cosi…non è possibile….non è vero che gli heat giocano solo con JAMES….guardate BATTIER CHALMERS BOSH JONES….basta basta basta….FORZA HEAT!

  • AlessioHeat scrive:

    Ancora non abbiamo vinto. C’è ancora una lunghissima partita da giocare, e se va in porto questa, allora potremmo dire che siamo i CAMPIONI!Ce lo meritiamo. Sono due anni che arriviamo in finale. LET’S GO HEAT”!

  • Danilo Scaffaro scrive:

    A Battier gli avresti dato più di 6? a Wade piu’ di 7? non ho capito dove non sei d’accordo…

  • I veri Thunder sono quelli del primo quarto, solo che adesso giocano così per 12′, prima per 45′, e questa finale dal punto di vista sia tecnico che d’ intensità è nettamente inferiore alla finale ovest, la più bella serie dell’ anno ed una delle migliori degl’ ultimi cinque, sicuro, però quest’ anno è un anno atipico, visto il calendario, e chi ha più energie ora vince il titolo e Miami ne ha di più. Questo è piuttosto evidente, l’ unica speranza per OKC e che crollino anche gli Heat perchè quando arriva la stanchezza arriva all’ improvviso e non c’è più niente da fare, e dalle varie interviste e dal linguaggio del corpo nello spogliatoio dei Thunder pare ne siano piuttosto consapevoli. Cercheranno di lottare fino alla fine, ma quando manca la benzina le gambe ed il cervello vanno piano e le partite non si vincono. Tra l’ altro Chalmers 25 punti in una finale dovrebbe dire già tutto, non è improvvisamente diventato un fenomeno e che i suoi avversari son spompati sia per radoppiare su Wade ( alla fine era sempre uno vs uno, inconcepibile per una difesa normale ) che per marcare il mediocre Chalmers.

  • lorenzone scrive:

    non sono d’accordo su molte affermazioni di colui che ha scritto l’articolo….. battier è stato fenomenale in difesa ed ha fatto la giocata più importante dei playoffs a 15 sec dal termine wade allo stesso modo nell finale ha fatto grandissime giocate…. infine westbrook ha fatto una partita monster ma ha commesso un errore sul finale da bimbo di 10 anni….. comunque già con i celtics ero sicuro che gli heat avrebbero vinto.

  • Danilo Scaffaro scrive:

    appunto, uno che è determinante nel secondo quarto non è che sia proprio importantissimo no?

  • lerch90 scrive:

    non capisco il sei di Bosh.. fra rimbalzi e recuperi, è stata una presenza costante.. credo che si sia ridimensionato consapevolmente, gli Heat non hanno bisogno di un altro Big alla Wade o alla Lebron, quanto piuttosto di un Bosh gregario da sacrificare in lavoro oscuro..soprattutto nel secondo quarto è stato determinante..

  • (sempre io) anonimo scrive:

    Avrei dato un otto anche a Mario, non tanto per la prestazione, ma per il fatto che ha concluso giocate importanti nei momenti difficili, come fanno i campioni (e lui non è mai stato considerato tale).
    Per il resto penso che non siano i thunder ad essere calati, ma gli heat che nel gioco individuale sovrasterebbero chiunque.

  • Prince Mascio scrive:

    …evito ogni commento… Complimenti a Lebron e i suoi Heat…

  • Lore2324 scrive:

    lo so bostoniano…:-)

  • I thunder sono crollati fisicamente, ora non ne hanno più; questi non sono i thunder che hanno battutto gli spurs, dallas ed i lakers. In difesa difendono con l’ intensità da regular season e l’ attacco è palesamente statico, giocando così si perde qualsiasi serie da playoff figurarsi la finale. I tre inizi lenti quindi erano un ‘indizio, ora anche iniziando bene alla fine hanno pagato lo sforzo. Miami è stata brava a gestire l’ energie quest’ anno sia in regular che in questi playoff giocando partite “tirate” ma “lente” senza strafare in intensità ( nonostante ciò Lebron crampi ). Quest’ anno il prescelto diventerà veramente King e la chiave principale del suo miglioramento è stata lo sfruttare per la squadra la sua superiorità in post, MVP. KD giusto giusto sufficiente, ieri solo Westbrook ha cercato di opporsi all’ inerzia della partita con un carattere veramente notevole ed una prestazione incredibile ( Who shoot to much now??? ). Stagione archiviata e mi raccomando Stern mai più un calendario così e fai dei corsi per sti arbitri ( I peggiori in campo anche ieri, non all’ altezza della situazione.)

  • Bostoniano di nascita scrive:

    Ahahahahahahah….lore…era ironico!!
    Ahahahahahah..

  • Nitrorob scrive:

    Delusissimo da questi Thunder! westbrook a parte!
    Durant non è stato il leader che pensavo!! perdiamo sempre di 6! (2 triple in più di KD!!) niente ormai il titolo va a Miami!
    anche se fino alla fine lottiamo! però abbiamo questa capacità innata di fare cazzate alla fine! ce lo meritiamo!
    onore a Miami e a LBJ!

    al Barba manco un miracolo di Lourdes lo salverebbe da questo periodo nero! visto la minima differenza di punteggio in queste gare un suo piccolo apporto al gioco avrebbe fatto la differenza!
    invece è più inutile di un fantasma visto che fa anche i falli!!
    è vabbè! iniziamo a pensare che il titolo sia di Miami!
    mi dispiace ma questi Thunder si meritano solo la sconfitta!

  • Lore2324 scrive:

    mi scusi per l errore..cmq ci ha sempre messo del suo per non essere simpatico…:-)

  • Heat Heat Heat Heat Heat !!!!!!

  • Bostoniano di nascita scrive:

    Posto che Ha si scrive con l’H se sottintende la voce del verbo avere…ahahahahah..
    Se lo merita si quest’anno…criticato da tutti…odiato da più di tutti…ha giocato dei playoff incredibili…non ha cambiato mai gioco quest’anno…dall’anno scorso è maturato tantissimo…i miei complimenti…

  • Lore2324 scrive:

    peggior serie in carriera per il barba…forse e veramente la volta buona che il ” re ” vince l anello…nonostante mi piaccia zero se lo merita per come a giocato…sembra aver capito dopo la figuraccia Dell anno scorso…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche