Get Adobe Flash player

Kentucky sbanca il DRAFT 2012

E’ senza dubbio Kentucky madness al draft 2012 svoltosi la scorsa notte. Se la prima scelta assoluta di Anthony Davis era una delle più scontate, la seconda di Michael Kidd-Gilchrist è stata una sorpresa per molti. Nessuna università nella storia del draft aveva mai vantato un’accoppiata prima e seconda scelta assoluta nello stesso anno, così i campioni in carica dei Wildcats hanno riscritto la storia.

Nel 1969 solo UCLA si era avvicinata a un traguardo del genere, portando Kareem Abdul-Jabbar alla prima e Lucius Allen alla terza. I Wildcats non si limitano solo alle due top picks, ma pareggiano il record assoluto di sei giocatori scelti, di cui quattro al primo giro.
Qualche columnist americano ha ironizzato sul fatto che Kentucky abbia avuto sei scelte al draft, mentre se si fosse iscritto tutto il roster dei Bobcats, forse, avrebbe racimolato due scelte.

Gli Hornets, oltre alla top pick Davis, alla dieci hanno portato a casa anche Austin Rivers, per la gioia di papà Doc.

Le altre sorprese sono state Dion Waiters scelto alla quattro dai Cleveland Cavaliers e Terrence Ross scelto alla 8 dai Raptors che sembravano indirizzati su Drummond. A pagare di più è stato Thomas Robinson che è finito alla quinta scelta, ma nonostante tutto per il ragazzo di Kansas l’emozione era palpabile e visibile.

Il più snobbato in assoluto è stato Jared Sullinger che era considerato da tutti materiale da top ten e invece è finito alla 21 presso la corte biancoverde di Boston che, con lui e Melo, parrebbe aver pescato molto bene in considerazione delle scelte a disposizione.

Ecco tutte scelte

Primo giro:

1. NEW ORLEANS — Anthony Davis, 19 anni, ala grande da Kentucky.
N°1 indiscusso, sembra avere le qualità per lasciare il suo nome nella storia della NBA

2 .CHARLOTTE — Michael Kidd-Gilchrist, 18 anni, ala piccola da Kentucky.
Jordan avrà avuto più fiuto che con Kwame Bown? La scelta caduta su un componente della stellare Kentucky che ha vinto (e convinto) nell’ultimo campionato NCAA potrebbe far pensare ad una scelta di pancia più che ragionata

3. WASHINGTON — Bradley Beal, 19 anni, guardia da Florida.
Ancora Washington tra le prime 3: arriva un tiratore da affiancare a John Wall

4. CLEVELAND — Dion Walters, 20 anni, guardia da Syracuse.
I Cavs continuano la ricostruzione dell’era post-James. Arriva un buon tiratore che potrà dare altri sbocchi alle geometrie di Irving

5. SACRAMENTO — Thomas Robinson, 21 anni, ala grande da Kansas.
In un’epoca in cui Heat e Thunder mostrano come si possa vincere senza lunghi dominanti, i Kings stupiscono tutti costruendo un duo di lunghi davvero interessanti 

6. PORTLAND — Damian Lillard, 21 anni, play da Weber State.
Ancora un anno di fiducia a Oden, questa la scelta di Portland che opta per chiamare un play 

7. GOLDEN STATE — Harrison Barnes, 19 anni, ala piccola da North Carolina.
Monta Ellis non c’è più, arriva un altro finalizzatore che non dovrebbe entrare in competizione con Curry. Non dovrebbe…

8. TORONTO — Terrence Ross, 21 anni, guardia da Washington.
Era tra le chiamate più attese quella dei Raptors per capire quali saranno le loro future mosse  di mercato, con questo tiratore dal perimetro le loro attenzioni si sposteranno in cabina di regia

9. DETROIT — Andre Drummond, 18 anni, centro da Connecticut.
Talento da vendere ma in molti gli avevano suggerito di attendere un anno per compiere il grande salto

10. NEW ORLEANS — Austin Rivers, 19 anni, guardia da Duke.
Un arrivo che allontana Belinelli dalla Big Easy 

11. PORTLAND — Meyers Leonard, 20 anni, centro da Illinois.
Un modo per cautelarsi in caso di ennesima bocciatura di Oden

12. HOUSTON — Jeremy Lamb, 20 anni, guardia da Connecticut.
Una guardia atletica da cui non ci si aspettano miracoli 

13. PHOENIX — Kendall Marshall, 20 anni, play da North Carolina.
L’era Nash è già finita? Arriva un play con visione di gioco invidiabile

14. MILWAUKEE — John Henson, 21 anni, ala grande da North Carolina.
L’assenza di Bogut ha pesato troppo nell’ultima stagione, quindi meglio cautelarsi per il futuro

15. PHILADELPHIA — Maurice Harkless, 19 anni, guardia da St. John’s.
Dal 1992 St. John’s non proponeva un prospetto in una chiamata così alta

16. HOUSTON — Royce White, 21 anni, ala piccola da Iowa State.
Molti lo ritengono già pronto per la Nba, soprattutto fisicamente, ma riuscirà a battare la sua paura di volare?

17. CLEVELAND (VIA DALLAS) — Tyler Zeller, 22 anni, centro di North Carolina (scelto da Dallas e girato subito a Cleveland insieme a Kelenna Azubuike in cambio della 24ª, 33ª e 34ª scelta). 0
Il suo biglietto da visita dice: giocatore dell’anno nella Atlantic Coast Conference

18. HOUSTON — Terrence Jones, 20 anni, ala piccola di Kentucky.
Terzo giocatore piazzato da Kentucky, mancino, offensivamente ha un repertorio tra i più vari

19. ORLANDO — Andrew Nicholson, 22 anni, ala grande da St. Bonaventure.
In molti lo hanno accostato a Pau Gasol e a Bosh per la sua capacità di giocare anche sul perimetro

20. DENVER — Evan Fournier, 19 anni, guardia dalla Francia (Poiters).
Primo non americano del Draft, vede il canestro come pochi ma deve migliorare molto e in fretta

21. BOSTON — Jared Sullinger, 20 anni, ala piccola da Ohio State.
Talento immenso, i problemi alla schiena ne hanno fatto precipitare le quotazioni, se li risolverà i Celtics potrebbero aver trovato il nuovo Pierce

22. BOSTON — Fab Melo, 22 anni, centro da Syracuse.
Con Garnett con le valigie pronte, ecco un centro per dare centrimetri al roster, ma non sembra propnto per l’NBA

23. ATLANTA — John Jenkins, 21 anni, guardia da Vanderbilt.
Con Joe Johnson al centro di troppe voci di mercato per essere solo fantasia, ecco un ulteriore indizio con un tiratore eccezionale che si unisce alla squadra di Larry Drew

24. DALLAS (VIA CLEVELAND) — Jared Cunningham, 21 anni, guardia da Oregon State (scelto da Cleveland ceduto a Dallas assieme alla 33ª e 34ª scelta in cambio di Zelller, 17ª scelta, e Kelenna Azubuike).
Con i dovuti distinguo, per la cattiveria con cui attacca il canestro ricorda il primo Wade

25. MEMPHIS — Tony Wroten Jr, 19 anni, play da Washington.
Fisico e atletismo inusuali per un play

26. INDIANA — Miles Plumlee, 23 anni, ala grande da Duke.
Strana chiamata dei Pacers che aggiungono un altro lungo al roster

27. PHILADELPHIA (VIA MIAMI) —Arnett Moultrie, 21 anni, ala grande da Mississipi State (scelto da Miami ma ceduto a Philadelphia in cambio della 45ª scelta e di una futura chiamata al primo giro).
Uno dei punti deboli dei Sixers era il reparto lunghi, ecco un buon rimbalzista, ma non gli chiedete troppi punti

28. OKLAHOMA CITY — Perry Jones III, 20 anni, ala piccola da Baylor.
Un nome che da tempo orbitava attorno ai Thunder 

29. CHICAGO — Marquis Teague, 19 anni, play da Kentucky.
Attendendo il rientro di Rose, i Bulls si cautelano con un play

30. GOLDEN STATE — Festus Ezeli, 22 anni, centro da Vanderbilt.
Porta stoppate e etica del lavoro ai Warriors..

 

Secondo giro:

31. Charlotte Bobcats: Jeff Taylor (SF, Vanderbilt)
32. Washington Wizards: Tomas Satoransky (SG, Repubblica Ceca)
33. Dallas Mavericks: Bernard James (C, Florida St.) *via Cleveland
34. Dallas Mavericks: Jae Crowder (SF, Marquette) *via Cleveland
35. Golden State Warriors: Draymond Green (SF, Michigan St.)
36. Indiana Pacers: Orlando Johnson (SG, UC Santa Barbara) *via Sacramento
37. Toronto Raptors: Quincy Acy (SF, Baylor)
38. Denver Nuggets: Quincy Miller (SF, Baylor)
39. Detroit Pistons: Khris Middleton (SF, Texas A&M)
40. Portland Trail Blazers: Will Barton (SG, Memphis)
41. Brooklyn Nets: Tyshawn Taylor (PG, Kansas) *via Portland
42. Milwaukee Bucks: Doron Lamb (SG, Kentucky)
43. Atlanta Hawks: Mike Scott (PF, Virginia)
44. Detroit Pistons: Kim English (SG, Missouri)
45. Miami Heat: Justin Hamilton (C, LSU) *via Philadelphia 
46. New Orleans Hornets: Darius Miller (SF, Kentucky)
47. Utah Jazz: Kevin Murphy (SF, Tennessee Tech)
48. New York Knicks: Kostas Papanikolaou (SF, Olympiakos)
49. Orlando Magic: Kyle O’Quinn (C, Norfolk St.)
50. Denver Nuggets: Izzet Turkyilmaz (C, Turchia)
51. Boston Celtics: Kris Joseph (SF, Syracuse)
52. Golden State Warriors: Ognjen Kuzmic (C, Bosnia)
53. Los Angeles Clippers: Furkan Aldemir (PF, Turchia)
54. Brooklyn Nets: Tornike Shengelia (SF, Georgia) *via Philadelphia 
55. Los Angeles Lakers: Darius Johnson-Odom (SF, Marquette) *via Dallas
56. Toronto Raptors: Tomislav Zubcic (SF, Croazia)
57. Brooklyn Nets: Ilkan Karaman (PF, Turchia)
58. Minnesota Timberwolves: Robbie Hummel (SF, Purdue)
59. San Antonio Spurs: Marcus Denmon (SG, Missouri)
60. Los Angeles Lakers: Robert Sacre (C, Gonzaga)

9 risposte a Kentucky sbanca il DRAFT 2012

  • nitrorob scrive:

    Infatti i Celtics hanno veramente scelto bene! e sono contento per loro!!!
    sopratutto sono giocatori che hanno fatto 2 anni di college!! e non 1 come fanno molti!
    secondo me questo è molto importante! in un anno è dura formarti ma sopratutto migliorarti se hai fretta di uscire ed andare in NBA!! non ci pensa nessuno! ma secondo me sono cose importanti!! e i celtics hanno preso veramente un giocatore al Top!!
    sono sicuro che Sam Presti ci ha visto lungo con Perry! e dopo le ultime scelte che ha fatto mi fido ciecamente! mi fido un pò meno del giocatore ma con l’aiuto di tutti potrebbe migliorare!
    gli Hornets li vedo sempre uguale! magari arriveranno ai play off! ma fondare la squadra su 2 giocatori cosi giovani non mi convince!!
    mentre i Wizard li vedo bene!! con Beal che può dare supporto a Wall nel tiro!!

  • luke scrive:

    Per quello che ho visto in questo/i anni di college basket,credo che le alte scelte dei Celtics cadute su Melo e Joseph di Syracuse e Sullinger di Ohio State,e quelle dei Maverics con James di Florida State e Crowder di Marquette,non siano affatto male!!!

  • gasp scrive:

    Attenzione ai thunder che hanno scelto uno che fino a qualche giorno fa era considerato una delle prime scelte…potrebbe essere un gran colpo per okc

  • JacoPelle scrive:

    Cmq I Wizards con Beal (tiratore come pochi) Wall Nene e Ariza bhe non sono niente male.

  • fabio scrive:

    mi spiegato come potrebbe lak prendere deron e tenere kobe gasol e bunyon?????e poi che mette 8 gg al minimo salariale???

  • Bostoniano di nascita scrive:

    No no, anzi…nella speranza che i suoi problemi fisici (mi fa un po di impressione parlare di problemi fisici per ragazzi tanto giovani…) si risolvano…potrebbe essere una GRAN BELLA presa…
    Sono curioso di vedere gli Hornets…

  • Nitrorob scrive:

    è si “tecnicamente” dicono che dovrebbe fare tutto come KD! ma a me pare più westbrook! sembra fuori di testa a volte e fa certe cappelle assurde! almeno per quel poco che ho visto!
    è agile atletico e con una buona tecnica, ma come Durant è troppo magro (anche se con Durant il problema non si pone) bo staremo a vedere! se messo in una situazione favorevole per lui è un gran giocatore! deve solo far pace con il cervello!ahahah
    e poi si sa, fare il sostituto di Durant è un compito ingrato! vedremo come lo sfrutterà il Coach!
    però dai sono soddisfatto! anche perchè i Thunder non avevano bisogno di una prima scelta, quindi un buon giocatore è tutto di guadagnato!

    e cmq sarò sincero, il più forte per me è Sullinger! spero che i problemi di cui parlino si risolvino!!
    ps. dai che anche a voi non vi è andata male!!!

  • Bostoniano di nascita scrive:

    Molto bene i tuoi OKC che hanno preso Perry Jones III…è buono questo, come ricambio di KD poi…wow…bella scommessa…e bella presa!!

  • Nitrorob scrive:

    Bene tutte le squadre che avevano bisogno di un play ne hanno preso uno!!
    quindi immagino che o Nash o D-will vadino a L.A. visto che non ne hanno preso uno e con Session in free agent!! bene bene!:-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche