Get Adobe Flash player

I Thunder sbancano il campo degli Spurs

L’equilibrio della serie e del campo è stato rotto da un’ottima prestazione, ai limiti della perfezione, da parte degli Oklahoma City Thunder che sconfiggono i mai domi Spurs. Oklahoma City Thunder vs San Antonio Spurs 108-103. L’inerzia iniziale è stata in mano agli Spurs che hanno allungato il punteggio grazie alla presenza in quintetto di Manu Ginobili. I Thunder però non si fanno aspettare e dopo poco non solo riagguantano il pareggio, ma allungando nel punteggio fino ad arrivare a +12 grazie al gioco di Durant e soci. Nel terzo quarto si impone Ginobili che con una serie di tiri da 3 punti riporta i suoi in vantaggio, ribaltando per l’ennesima volta il punteggio della serie. A questo punto i Thunder aumentano l’intensità difensiva, la guerra tra i due mancini cambia padrone e Harden mette alcuni punti decisivi che riportano in vantaggio Oklahoma, ma ci siamo dimenticati Tim Duncan che nei momenti focali del quarto quarto prende i tiri più importanti e riporta a -2 gli Spurs. Alla fine Oklahoma si impone dopo una serie di palle recuperate al limite del possibile da parte degli Spurs che falliscono l’occasione del pareggio con un tiro da 3 dell’argentino che si arresta sul secondo ferro.

Da parte dei San Antonio Spurs la partita non è andata come si voleva, Popovich ha letto benissimo la situazione facendo partire in quintetto Manu Ginobili (34 punti, 7 assist e il 50% dal campo) che lo ha ripagato con una mostruosa prestazione, ma facendo giocare 38 minuti l’argentino ha sacrificato le sue rotazioni e, consegnando molti palloni a Manu, ha escluso dal gioco Leonard, Diaw e Neal. Non ci dobbiamo nascondere ma la forza degli Spurs era proprio quella, coinvolgere, ai limiti del possibile, almeno 8-9 persone nelle rotazioni e fargli toccare molti palloni. Questo ha sempre dato fiducia a tutta la squadra che girava come un meccanismo perfetto. Aver proposto questo gioco, lo esponeva ad un rischio, calcolato si intende, ma pur sempre un rischio. Chi ne ha risentito di più è stato proprio Tony Parker che ha finito con 20 punti ma con poco gioco proposto, pochi assist e poca presenza in campo se non con qualche giocata particolare. Green ha giocato pochissimo, nelle scorse partite partiva titolare, per una condizione fisica non buona, questo ha inciso. Il meccanismo era troppo perfetto e una piccola modifica anche se apparentemente migliorativa, ha creato alla lunga un corto circuito. Tutto questo non considerando la prestazione impressionante proposta dagli avversari.

Proprio gli avversari degli Spurs, gli Oklahoma City Thunder, hanno impressionato tutti. Erano in crescita e si è visto nelle scorse partite, ma si immaginava che non riuscissero ad imporre così il loro gioco in casa di San Antonio. Kevin Durant oramai non ha più limiti ne tecnici ne caratteriali, guida la squadra, la trascina con se nei momenti difficili e ha capito, a differenza dello scorso anno, che è meglio scegliere il giocatore migliore possibile per quel tiro e non forzare una sua penetrazione. Ha capito il momento di Westbrook e lo ha saputo limitare nella quarta partita per riproporgli il suo ruolo in questa incredibile partita. Kevin ha chiuso con il 55% dal campo e con “soli” 19 tiri presi, e vi assicuro che non sono tanti per un campione come lui.Westbrook ha sparacchiato troppo, come oramai siamo abituati (9/24 dal campo) ma ha finito con 23 punti e 12 assist dimostrando di aver bisogno di un suo ruolo ben definito, anche in difesa. L’ago della bilancia per i Thunder è senza dubbio James Harden, il mancino che ricorda, per gioco e ruolo, terribilmente Manu Ginobili e stanotte ha vinto lui. 20 punti, 55% dal campo e il 75% da 3. Questi numeri fanno capire quello che ha fatto Harden davanti al suo maestro Ginobili, tiri importanti e delicati che il barba ha saputo gestire e portare a termine.

Dopo la prestazione perfetta della scrosa partita, Air Congo Ibaka è tornato alle cifre che conosciamo, ma giocando solo 19 minuti (scelta tecnica per puntare ad un quintetto più piccolo) ha siglato comunque 9 punti con il 66% dal campo. Segnaliamo Cook che in 3 minuti di gioca ha siglato 8 punti con il 100% dal campo ed in partite così equilibrate, è risultato essere un apporto fondamentale. Per concludere, mezione speciale per Fischer che guida e aiuta i compagni oramai calato nel ruolo di guida (da vincente quale è).

La serie ha scelto il vantaggio del campo e ora i Thunder hanno il match point da sfruttare in casa. Mai dare per finiti gli Spurs che vengono da 3 sconfitte consecutive e difficilmente perdono così tante volte. Staremo a vedere.

12 risposte a I Thunder sbancano il campo degli Spurs

  • Nitrorob scrive:

    Ragà incrociamo le dita per stasera!!! io purtoppo ho un brutto presentimento!! ho paura che Parker guidi la squadra di forza!! e se lui è in palla pure gli Spurs lo sono! e se si va a gara 7 la vedo durissima per OKC!!! speriamo di no!!
    sento che stasera l’ago della bilancia più che il solito KD sia Westbrook!! spero in un suo miracolo! (visto che le ultime 2 gare ha fatto il Play vero) spero che questa sera si ripeta cosi!
    so sicuro che se lui fa quello che deve fare i Thunder passano!!
    Dai Russell!!! già c’ho l’ansia!!!:-)

  • La miglior partita della serie, uno spot per l’ nba, agonismo, tecnica, organizzazione di gioco in attacco e difesa e campioni al massimo della forma da entrambi e parti. I Thunder hanno vinto perchè tutti hanno dato il loro contributo in modo determinante, mi piace citare Collison che entrato in due fasi dove gli spurs stavano facendo run importanti è riuscito a prendersi dei sfondamenti deciisivi per risvegliare lo spirito Thunder ed ha anche fare qualche punto. Per il resto ormai non sono impressionato da quel che sta facendo OKC, infatti penso che le loro qualità fossero già uscite in modo evidente contro Dallas, più che altro hanno impattato male la serie grazie alle grandi doti del gioco offensivo degli Spurs che in qualche modo li hanno colti impreparati ( d’altronde erano usciti da una serie contro un one man team ), ma una volte prese le misure le loro qualità fisiche e tecniche hanno il soppravento. Certo non devono sbagliare niente perchè Parker e soci son subito lì ha punire in modo pesante, e ieri questo s’è notato ma se i Thunder fanno i Thunder passano e non vedo più assi nella manica di Popovich. Immagino già i giornali che sperano in una finale Lebron contro Kevin, però fossi in Lebron quasi quasi preferirei uscire contro Boston lol.

  • Nitrorob scrive:

    “Il problema erano i falli a inizio 3 quarto era gia a 4….. Cmq spettacolare la scena in cui Ibaka aspetta in ginocchio l’esecuzione dei liberi a 0.8 dalla fine di KD… Contro tutto e tutti OKC sbanca l’At&t center giocando davvero col cuore e restando aggrappata con le unghie negli ultimin5 min dove Jackson ha messo a referto 3 triple che hanno riportato sotto gli Spurs sino al -2”
    copio direttamente qua un commento di PrinceMascio sull’altro post!
    Secondo me hai colto proprio lo spirito loro! Lo spirito di squadra! l’unione che hanno questi ragazzi (che sono quasi tutti coetanei)
    sembra una cavolata ma è cosi! guardate quando uno dei 3 fa un numero da paura! tutti che subito vanno a festeggiare con l’autore dell’azione!! si vede proprio la contentezza nei loro sguardi quando i compagni segnano o fanno cose utili!
    anche solo nei liberi che Ibaka prende ogni pallone che tirano i compagni e gli parla!!ahahaha
    cioè sono tutte piccole cose che dimostrano quanto questi ragazzi siano uniti per un solo scopo!
    guardate per es LBJ e Wade, a momenti che si danno la mano o si guardano quando fanno le azioni combinate!!
    I thunder sono forti anche in questo! non pensano solo alla prestazione personale! nonostante 3 campioni non sono egoisti! e esultano allo stesso modo sia che segna Durant o che segna Cook!!!
    vuol dire che nessuno in squadra si sente superiore all’altro!! e questo è importante!

  • Bostoniano di nascita scrive:

    Ringrazio per il complimento…
    Per quanto riguarda stanotte beh…io sono orgoglioso di quello che hanno fatto i miei, tutti li davano per spacciati,eppure…anche se non dimenticherei che: gara 4 WADE ha tirato libero da 3pti,( rifiutando un 1vs1 che con ogni probabilità finiva con un viaggio in lunetta) la palla ha fatto in ‘n out…MIAMI haimè rimane favorita ma…
    GO C’S

  • mvp scrive:

    I Thunder sono veramente troppo forti. Cioè, hanno dei giocatori pazzeschi, nessuna lacuna, coperti in ogni ruolo. non giocano benissimo ( senza Harden non si vede un’ azione che sia una) ma hanno veramente troppo talento tutti

  • Nitrorob scrive:

    Pure a me piacerebbe una finale cosi!
    Ma non tanto perchè non mi piace Miami ecc ecc! ma perchè avevo dato per spacciati i Boston già al secondo giro! e dopo quello che hanno fatto fin ora si meritano la finale!
    e poi mi piacerebbe vedere la sfida Rondo – Westbrook!!!
    visto che PER ORA quella Parker Westbrook la stà vincendo Russell 3-2!!;-)

  • Prince Mascio scrive:

    Giusta considerazione Nitrorob questo dato la dice lunga sul calibro tecnico dei giocatori in campo nelle finals a Ovest!!! Bostoniano Cmq punti di vista a parte… Sbancate Miami stanotte…anche se sarà molto ardua li x diversi fattori ( ambientali e non solo….) 🙂 OKC-Celtics sarebbe la finale dei miei sogni….

  • Prince Mascio scrive:

    Non a caso Fisher è l’UNICO giocatore dal quale un certo Kobe Bryant accetta consigli e rispetta con tutto se stesso… Il carisma non si compra!!! A LA si stanno mangiando le mani… Avrebbe fatto comodissimo come layup a Sessions ( solo xke piu giovane del re pescatore) ps: Bostoniano la mia postilla su Westbrook e Durant non è affatto polemica… Ma sai quando leggo certe eresie mi viene da ridere…(eresie non tue xke cmq dimostri nei tuoi commenti una conoscenza di questo sport a differenza di MOOLTI altri che parlano x “sentito dire”)

  • Nitrorob scrive:

    Bostoniano io sono strà contento infatti!:-) mi pare di averlo scritto! e non ho fatto polemiche!0.o ho parlato solo col cuore! non ho neanche voglia di analizzare i dati da quanto sono contento!:-)
    ci hanno veramente fatto un bel regalo!!
    e stavo per dire la stessa tua cosa! Fisher ha ritrovato la voglia di giocare che gli mancava ai Lakers, visto che ormai li non era più “necessario”!
    e dico pure io che lui ha portato un ventata di esperienza! basta vedere le sue giocate! è tornato il Fisher di una volta! e questo ha aiutato tutti, ma sopratutto Westbroock e Harden che dipendono tanto da lui!
    non ha caso da quando c’è lui westbrook fa almeno più di 5/6 assist a partita!
    e nella gara 3(se non ricordo male) quando westbrook è stato fondamentale ad un time out l’ha preso da una parte e c’ha fatto una bella chiaccherata!
    è una fortuna averlo in squadra! e lui con la sua umiltà accetta il ruolo di secondo play e aiuta di buon grado i compagni!
    ma sopratutto un testardo come Westbrook ha capito che deve seguire i suoi consigli!
    che ragazzi!! si meriterebbero proprio il titolo!

    ps. piccolo dato inutile ma che dimostra la forza di queste 2 squadre! in 5 partite su 4 hanno sempre superato la soglia dei 100 punti di media!!segno che quando vogliono la palla la sanno mettere al loro posto!

  • Bostoniano di nascita scrive:

    Non capisco il tono di polemica…mah…se fossi tifoso dei THUNDER sarei talmente contento da non avere spazio per le polemiche ma questo è un altro discorso…
    Ad ogni modo…complimenti ai THUNDER…ne hanno di più e questo è evidente…complimenti a Westbrook…nonostante abbia sparato a salve, ha finalmente fatto il playmaker, ha creato per gli altri oltre che per se stesso..ha difeso ( ed è la chiave) alla grandissima su Parker…e si è affidato a KD nei momenti cruciali…Harden è mostruoso uscendo dalla panchina ammazza le partite, i lunghi hanno risposto presente…che dire, partita perfetta…!!
    SAS non è finita, non molla mai…la serie è lunga e questo lo si sapeva…per ora i ragazzi di POP pagano l’atletismo straripante e il talento dei giovani Thunder che se giocano con questo spirito galoppano nella direzione ANELLO…(evidente a tutti che sarebbero favoriti contro la vincente dell’est vero?)
    Ps: che sia un caso la maturazione di westbrook con l’arrivo di FISHER??io credo di no…lui ha più meriti di quel che gli so riconoscono…ha spiegato ai giovani compagni cosa serve per vincere…in materia mi sembra piuttosto preparato…

  • Prince Mascio scrive:

    Ingabbiare Parker ( vero cervello dei Pop-Boys)x fermare la macchina perfetta Spurs… Dopo le 2 sconfitte in texas… L’intento è riuscito!!!Partita incredibile!!!! Se da una parte c’era l’incarnazionde della parola basket con Ginobili e Duncan a dar lezioni di fondamentali( ce ne fossero di giocatori cosi)….Dall’altra c’era lo spirito di squadra e l’intensità difensiva.. Non piu Sefolosha su Parker ma un Westbrook formato GIGANTE x 3/4 ( ultimo quarto da rivedere con un paio di forzature di troppo e con 2-3 scivoloni e conseguenti palle perse). Il play si mette al servizio della squadra smazzando 12 assist e siglando 23 punti con 4 palle rubate… E ancora ce chi lo critica…. Nel 4 quarto come detto é salito in cattedra Harden che ha prima siglato una tripla con fallo ( e canestro dal libero aggiuntivo) poi a meno di 1 dalla fine con i Thunder +2 ha sparato la bomba della sicurezza.. Sigillata nel finale dai liberi del glaciale Durant…Beh su KD35 ormai gli aggettivi sono veramente finiti…. Con buona pace di chi nonostante tutto riesce ancora a criticare uno cosi… MVP senza se e senza ma!!!

  • Nitrorob scrive:

    “Kevin Durant oramai non ha più limiti ne tecnici ne caratteriali, guida la squadra, la trascina con se nei momenti difficili e ha capito, a differenza dello scorso anno, che è meglio scegliere il giocatore migliore possibile per quel tiro e non forzare una sua penetrazione”

    non potrei essere più d’accordo!
    Sono migliorati in maniera esponeziale nelle ultime 3 parite! hanno fatto cose che altre squadre farebbero in una stagione a dir poco!
    hanno rivoluzionato il loro gioco e sembrano maturati in 3 partite come se ormai giocassero da anni e anni! e da tifoso mi sento in colpa per aver perso le speranze dopo gara 2!!
    e devo dire che MAI mi sarei aspettato un cambiamento cosi da una squadra che per tutta la regular ha giocato puntando solo ed esclusivamente sui colpi dei 3! senza difendere o fare altro!
    magari perderanno a gara 7! (non diamo la miglior squadra dell’anno spacciata) ma dopo 3 vittorie di fila con questi SPURS ormai hanno capito che possono puntare in alto! moolto in alto! e di sicuro il prossimo anno si ripresenteranno più forti che mai!
    complimenti! sono strà contento per loro! e non posso far altro che aspettare mercoledi!!
    finalmente hanno imparato a giocare e mantenere la calma nei momenti caldi! e KD stà diventando un vero pilastro della squadra e della franchigia e grazie a lui crescono anche tutti gli altri!
    Forza! ora non ci culliamo nel vantaggio!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche