Get Adobe Flash player

I CONSIGLI del venerdì

Allen Iverson denuncia la moglie che gli avrebbe svaligiato casa in sua assenza. Mentre lui era in Asia a fare un tour pubblicitario (oramai questo gli rimane) la moglie si sarbbe intrufolata dentro l’abitazione e avrebbe portato via un pò di soldi, alcuni accessori e alcuni trofei di gioco del marito. Caro Allen prendi un buon avvocato e cambia la serratura di casa!

Marco Belinelli, dopo essere venuto in Italia per vacanza e per il tour Nba, torna negli Stati Uniti, ma prima di ripartire lascia un’intervista al Corriere di Bologna dichiarando che dopo anni di sofferenza ha raggiunto il suo sogno: giocare in Nba e dimostrare si essere un giocatore da Nba. Vuole essere un giocatore completo e non uno specialista, quest’anno è andata bene per lui (così sostiene) ma purtroppo non è riuscito a raggiugere i playoffs (forse perchè non c’era più Chris Paul?). Vuole vincere un anello Nba e andare in una squadra che può ambire a questo traguardo e vuole giocare anche molto. Caro Marco ti consiglio di sceglierti bene la squadra (Miami), avere pochissime pretese salariali e limitarti a guardare chi è da Nba. Così potresti persino vincere un anello Nba, ma ricordati che Charles Barkley non ha mai vinto e Will Perdue (scandaloso centro australiano) ha vinto 4 titoli Nba… medita.

David Stern ha dichiarato: “Proporrò di mettere il limte d’età a 23 anni per il basket nelle Olimpiadi, come è per il calcio. Il Dream Team si farà vedere solamente ai campionati del mondo!” Caro David solo il calcio ha questa regola (orrenda sia chiaro), prima ti autolimitavi facendo giocare solo gli universitari, poi non vincendo più hai aperto ai pro, ma ora che non riesci a vincere nemmeno con i Pro chiedi che tutti giochino con gli Under 23 e allora ti consiglio non di proporre un limite d’età, ma di porti un limite!!

Anthony Davis (prima scelta del Draft) dichiara: “Io e la mia famiglia siamo rimasti delusi, volevamo andare ai Bobcats alla corte di Michael Jordan. Adesso mi dovrò rimboccare le maniche a New Orleans, dopotutto non ho scelto io”. Direi un “ottimo” inizio per la matricola proveniente da Kentucky, frase infelice che non farà gioire i tifosi degli Hornets. Caro Davis ti consiglio di non fare il bambino viziato da subito, l’Nba già ce ne ha troppi!!!

Le voci si rincorrono, Brandon Roy potrebbe tornare a giocare e potrebbe vestire la maglia gialloviola dei Lakers. Si parla di un recupero tale che gli potrebbe permettere di giocare pezzi di partita di alta qualità e i Lakers potrebbero essere interessati a prenderlo. Una guardia con un potenziale tecnico devastante, il dubbio rimane per il suo fisico. Caro Roy non pensare ai soldi finchè c’hai la salute…!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche