Get Adobe Flash player

Draft: croce e delizia

A draft effettuato le considerazioni da fare potrebbero essere molte. O semplicemente potrebbero essere fatte, ma avere davvero poco valore. Già, perché più volte, nella storia cestistica statunitense, le prime ‘chiamate’ effettuate dalle squadre NBA si sono rivelate dei flop colossali a confronto di quelle incredibilmente indovinate da altri team posizionati molto più in là con la capacità di scelta.

Andando in là con la storia vi sono da annoverare alcune situazioni clamorose, al limite del ridicolo, in grado di strappare ben più che qualche sorriso e qualche faccia stupita. Facciamo qualche esempio. Nel 1998 il ‘gigante’ nigeriano Michael Olowokandi, passato brevemente anche per la nostra Virtus Bologna, fu il ‘futuro’ su cui i Clippers investirono la loro prima scelta assoluta. Peccato che nello stesso draft al 5° posto fu selezionato Vince Carter da Golden State, poi girato a Toronto (ebbene si…), il crucco Nowitzki al 9° posto dai Bucks poi ceduto a Dallas (eh si…), ed al 10° la ‘verità’ Paul Pierce. Diciamo che tutti coloro che scelsero prima (a parte i Grizzlies che per secondo presero Mike Bibby) avrebbero potuto fare meglio.

Altro esempio clamoroso è quello che riguarda il ricco draft del 1996. Ricco di future stars quali la prima scelta Allen Iverson, mr ‘he got game’ Ray Allen alla 5° e Antoine Walker alla 6°, il draft del ’96 viene ricordato per le scelte infauste effettuate dai Clippers (si sempre loro) dai Nets e da Cleveland, che snobbarono totalmente un signore di nome Kobe Bryant, relegato alla scelta numero 13 ed un signore di nome Steve Nash ‘dimenticato’ addirittura alla numero 15. Ciò fu fatto in favore di giocatori dei quali ora, si sono perse le tracce e di cui la storia dell’NBA probabilmente ricorderà ben poco; Lorenzen Wright per i Clippers, Kerry Kittles per i Nets e tal Vitalij Potapenko.

Gli esempi divertenti da fare potrebbero essere moltissimi e col senno di poi siamo tutti bravi a parlare, ma possibile che i Wizards che nel 2001 che come prima scelta assoluta preserò Kwame Brown, non potevano fare di meglio, considerando che vi erano tra i ‘selezionabili’ Tyson Chandler, Pau Gasol, Battier e addirittura Tony Parker (qui si potrebbe fare un discorso a parte, tenendo presente che il francese fu selezionato come ultimo del primo giro….).

Se le scelte effettuate quest’anno arrideranno alle prime squadre che han avuto la facoltà di selezionare non lo sappiamo, ma di sicuro in futuro avremo da ridere anche di questo draft.

di Matteo Chiocchi

11 risposte a Draft: croce e delizia

  • JacoPelle scrive:

    Ok scusate

  • Nitrorob scrive:

    si si lo dico anche io, “fortuna” per noi e “sfortuna” per i tifosi gli Hornets non li sapranno gestire come hanno fatto con tutte le superstar fino ad ora!ahahah

  • Bostoniano di nascita scrive:

    Drummond è alla 9 per Detroit,,.

  • Bostoniano di nascita scrive:

    Drummond è alla 9…alla 10 c’è Rivers per New Horleans e occhio perchè con Davis e Rivers hanno ottime potenzialità…

  • JacoPelle scrive:

    E perchè Biyombo alla 7 con Knight alla 8 e Leonard alla 12,per non parlare di Mirotic alla 23.Veramente e Thabeet alla 2 con Rubio alla 5 e Harden alla 4???Arriviamo poi al caso Oden,passando per Marc Gasol (addirittura alla 48?!?) per il draft di quest’anno però le sorprese sono poco:Davis alla prima,Kidd-Gilchrist alla seconda.Mi ha un po’ sorpreso Drummond alla 10

  • alberto scrive:

    Kidd-Gilchrist avrà bisogno di molta fortuna con Jordan come GM xD

  • gasp scrive:

    Ma nell’articolo non c’e scritto di ginobili scelto alla 57 scelta oppure di stockton scelto alla 15 e neanche del flop piu famoso:sam bowie 2 scelta di portland e 3 scelta c’era jordan

  • Nitrorob scrive:

    Lol ho scritto il commento prima di leggere l’articolo! c’era già tutto scritto!:-)
    però preciso, mi pare di aver capito (nel 96 ero troppo piccolo per interessarmi) che Kobe non avrebbe giocato da nessun’altra parte al di fuori di Los angles! per questo gli Hornets lo cedettero!
    se invece non è cosi è un’altro esempio che dimostra che gli Hornets sono degli ottimi sprecatori di superstar!!!ahahahah
    voglio vedere mo con Davis e Rivers che fanno!

  • Nitrorob scrive:

    perchè vogliamo parlare di Kobe alla 13° e un Nash alla 15°??
    e non solo ci sono un sacco di casi cosi! ma questo è anche il bello della NBA!!!!
    fortuna che Portland fece quella cappella direi!:-)
    cmq i Knicks hanno preso Papanikolao, quindi direi che la possibilità Nash sia esclusa!
    sinceramente sono più in ansia per sapere dove vanno i free agent piuttosto che per il draft vero e proprio!:-)

  • bj scrive:

    di recente direi che thabeet ha tutti i presupposti per diventare un bel bidone.

  • Prince Mascio scrive:

    Ricordo anche un Rondo alla 26 con Bargnani alla prima… Un Ibaka alla 25 e Portland che x Oden lasciò Durant 2 scelta ai Seattle….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche