Get Adobe Flash player

Qui casa HEAT

Sono queste le vittorie che portano all’Anello: sono capaci tutti a vincere di trenta contro un avversario in difficoltà, ma è molto più difficile e complicato superare un avversario forte, duro, esperto e che vuole assolutamente vincere. E quando vinci partite così, sai che si può vincere sempre, ovunque e contro chiunque.

Il morale di Miami in questo momento è alle stelle, tutto gira per il verso giusto, e la squadra sta trovando i giusti equilibri. James e Wade ancora una volta si dividono i quarti di competenza, con James che aggredisce la partita e Wade che invece si occupa di chiudere il match; il supporting cast continua a rispondere presente e lo stucchevole schema 1 contro 5 che di solito rappresentava l’unica risorsa offensiva nel clutch time sta lasciando il posto ad un molto più efficace penetra e scarica che costringe le difese avversarie a rimanere leggermente più aperte per evitare tiri troppo facili a gente come Chalmers, Battier o Haslem, tutti giocatori che sanno segnare se lasciati liberi. Il finale dei tempi regolamentari e del supplementare è una perfetta esemplificazione di tutto ciò, con la tripla presa da Battier in un momento delicatissimo, o i canestri di Haslem sempre pronto sugli scarichi dei compagni.

Se proprio si deve cercare il pelo nell’uovo, c’è un problema che Miami si sta portando avanti in questi playoffs, e che riguarda i viaggi in lunetta. Con il gioco aggressivo di James e Wade diventa fondamentale che i due abbiano sempre percentuali ai liberi affidabili, ed invece in questa postseason i due non sono sempre stati puntuali: Dwayne è addirittura il peggiore della squadra con il 68%, e nella gara di ieri il suo libero sbagliato ha permesso a Boston di andare al supplementare. Anche James non è incredibile nelle percentuali, ed alla fine il tiratore più affidabile al momento è nientemeno che Joel Anthony, l’unico che sta tirando i liberi con percentuali che sfiorano l’80%!

2 risposte a Qui casa HEAT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche