Get Adobe Flash player

Indiana vs Magic… mai fidarsi di chi sembra finito!

Non si può vincere di 17 punti a 7 minuti dalla fine, andare all’overtime e rischiare di impattare ancora con un tiro di Davis all’ultimo secondo. Indiana Pacers vs Orlando Magic 101-99 è la storia incredibile di una partita già finita con la vittoria larga di Indiana, la quale però non considerava il canto del cigno di Orlando. I Magic appaiono più come un grosso tricheco, velocissimo in acqua, oramai spiaggiato che cerca il canto finale. E ci stava riuscendo grazie alla compiacente Indiana.

Bravi i Magic a crederci, Davis 24 punti e Richardson 25 punti i loro picchi massimi, ma con un Turkoglu pericoloso e un Nelson sempre pronto. In più si è presentato anche un J.J. Reddick con una grinta spaventosa che ha saputo ribaltare la partita. Come abbiamo già detto peccato per i Magic, una squadra che non poteva avere grandi ambizioni dopo un’annata del genere ma che, con la prestazione di stasera, ha fatto capire che qualcosa di poco chiaro è successo nello spogliatoio quest’anno. Stasera in campo c’era una squadra, molte altre volte questo è mancato alla squadra di Van Gundy.

Indiana non sa gestire una partita e una serie finite prima di cominciare e forse proprio questo è il loro limite che, se non curato, non renderà il cammino dei Pacers troppo lungo. Granger oramai è una stella dichiarata 21 punti e finalmente è appoggiata da un West devastante 26 punti e 12 rimbalzi, credo poi che affidare (ingenuità di Nelson) i tiri liberi decisivi nel tempo supplementare a Hill sia stato un gesto di harakiri puro.

Indiana vincerà la serie e chiuderà 4-1, sicuramente, ma anche se a tratti mi piace molto il suo gioco, ritengo la squadra non ancora pronta ad affrontare Miami in semifinale. ma questi playoffs sono incredibili e può succedere di tutto, persino che i Pacers riescano a far quadrare il cerchio in tempi brevissimi, ma non sono così incredibili da permettere agli spiaggiati Magic di ribaltare la serie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche