Get Adobe Flash player

Grizzlies vs Clippers è sempre spettacolo!

Un regalo più bello per il suo 27° compleanno probabilmente Chris Paul non poteva aspettarselo: dopo la vittoria di misura in gara 3 è arrivata un’altra sofferta vittoria per i Clippers, stavolta all’overtime, e ora sono ad un passo dallo storico raggiungimento della semifinale di conference (l’ultima volta era il 2005-2006 contro i Suns) ma soprattutto alla seconda vittoria di una serie di playoff in 36 anni. Una crescita costante quella di CP3 e dei Clippers che stanno dimostrando di meritare la vittoria della serie: Paul, mostrando uno stato di forma invidiabile, guida i suoi alla vittoria segnando 8 sei suoi 27 punti totali nell’OT. Il fatto più rilevante è aver dimostrato di essere una squadra totalmente diversa dal passato: i Clippers dopo aver dilapidato 10 punti di vantaggio (84-74) negli ultimi minuti 4½ minuti dei tempi regolamentari, perdevano a metà supplementare Griffin per raggiunto limite falli; in altre circostanze sarebbe stato l’inizio della disfatta, ma CP3 non lo ha permesso giocando la seconda metà del tempo supplementare come se non ci fossero stati già oltre 50′ di gioco. Spirito di sacrificio, intensità, generosità, tanta generisità che lo ha portato anche a “schiantarsi” sulle prime file dello Staples Center.

Ma lo spirito di sacrificio nei Clippers è diventata un’arma connaturata, se non si è risparmiato neanche Caron Butler che ha giocato con una microfrattura alla mano sinistra realizzando anche 14 punti con un ottimo 5/10 dal campo. Anche Griffin è stato autore di una prova maiuscola con 30 punti a referto (10/15 al tiro), 7 assist e 5 rimbalzi. Foye e Jordan combinano per 9 punti in 2. Discreta prestazione di Mo Williams che dalla panchina porta alla causa 9 punti (3/10 dal campo).

I Grizzlies si confermano squadra ostica ma, ancora una volta, nei momenti che più contano manca loro quello scatto di orgoglio, quel quid che serve per portare a casa gare importanti e tirate come quelle dei playoff (e di questa serie in particolare): tenere in campo Conley e Gay per 46′ e 47′ si è dimostrato un errore che i Memphis ha pagato con mancanza di lucidità nei momenti chiave. Conley chiude con 25 punti (10/15 dal campo) mentre Gay con 23 (ma 8/25 al tiro). Solida gara di Zac Randolph che chiude ad un passo dalla doppia doppia (12 punti e 9 assist). Gasol chiude con 8 punti. Dalla panchina buona prestazione di Speights (9 punti con 4/7 dal campo) e prestazione in ombraper O.J. Mayo (5 punti, 1/6 al tiro) da cui sarebbe lecito attendersi qualcosa di più.

Ad onor di cronaca, 97-101 è stato il risultato finale.

Mercoledì notte gara 5 a Memphis, mentre l’eventuale gara 6 è in programma venerdì a Los Angeles.

2 risposte a Grizzlies vs Clippers è sempre spettacolo!

  • Bostoniano di nascita scrive:

    Come faccia uno così piccolo, nemmeno così dotato atleticamente , ad essere dominante lo sa solo lui…ma questo…mamma mia….cambia totalmente gli equilibri non solo di una squadra ma di una conference…e della lega intera…giù il cappello!

  • Franz scrive:

    Se ci fosse un premio MVP per il primo turno di play-off,questo lo meriterebbe alla stragrande CP3,comunque vada la serie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche