Get Adobe Flash player

Clippers vs Memphis… viva i playoffs Nba

Una partita incredibile, come tutte in questa serie. Los Angeles Clippers vs Memphis Grizzlies 87-86 è un punteggio che racconta tutto di queste due squadre. Si arriva all’ultimo quarto con un’aria stranamente già vissuta: Grizzlies che tremano e Clippers che difendono e recuperano. Recuperano fino ad arrivare punto a punto, fino a mettere il naso avanti grazie ad un alieno che risponde al nome di  Chris Paul e persino di andare sopra di 6 a 1’20” dalla fine. Ma Memphis non muore, non vuole morire ancore all’ultimo secondo e allora si affida a 2 tiri impossibili di Rudy Gay che li mette davanti ad un’ottima difesa.

Dopo alcune deliranti rimesse dei Clippers e dopo i tiri liberi sbagliati da Evans… ci pensa Bledsoe a sbagliare 2 tiri liberi che potevoano far vincere Los Angeles. Situazione a 8 secondi dalla fine +1 Clippers palla in mano di Memphis. I Grizzlies ci provano con l’ultimo tiro che sembra rimanere in aria, sembra non scendere mai, è corto, no anzi sembra lungo, sbatte sul primo ferro, poi sul secondo e poi… FUORI!!!!!!

I Playoffs sono quell’elemento che divide ancora di più due squadre, che fa capire effettivamente chi è di un altro livello, fa capire i giocatori che sono di un altro pianeta e chi invece gioca bene a basket. Chris Paul proviene da un altro pianeta, questa notte ne ho avuto la prova.

Memphis cerca troppo Marc Gasol e poco i suoi esterni, in certi momenti deve variare di più il gioco, ma ha trovato un Rudy Gay commovente che gli ha fatto quasi riprendere la partita e ha consegnato alla squadra la possibilità di vincerla. Con lui in campo Memphis non sarà mai morta, per nessuno. Randolph sta tornando e i Grizzlies danno l’impressione di essere più forte dei Clippers, ma debbono risolvere i problemi che sono affiorati sempre nel quarto quarto.

I Clippers sono talento, fisicità e con Del Negro in panchina sono imprevedibili. Potrò criticare le scelte di Vinnie all’infinito, gli ho visto fare rimesse laterali a livello minibasket, scelte su chi dovesse prendere palla per l’ultimo tiro a dir poco discutibili, ma ha trasmesso alla squadra la voglia di stupire, e ci stanno riuscendo, questo alla faccia di chi gli ha sempre detto che avrebbe perso nettamente contro Memphis.

Insieme a quella dei Boston e Atlanta, la serie più bella, da non perdere, questo spettacolo mi fa dire che non c’è niente come i playoffs Nba!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche