Get Adobe Flash player

RIDI CHE TI PASSA: La giornata tipo di Kobe Bryant

ore 9.00 – Kobe si sveglia e tira. (Ho scritto Kobe, non Lapo)

ore 9.15 – Kobe fa colazione uno contro cinque

ore 10.00 –  Kobe è seduto sul water da mezz’ora. Senza scaricare

ore 11.00 – Arriva in palestra per la seduta mattutina agli ordini di coach B, B, Brr, ce l’ho sulla punta della lingua… mmm vabbè quello là

ore 11.25 – Quello là ordina treccia a 5 all’andata con 3 contro 2 al ritorno

ore 11.26 – Il mamba però interpeta l’esercizio a suo modo: coast to coast all’andata e 1 contro 4 al ritorno. In caso di tiro sbagliato parte un “porca troimurphy” gratuito

ore 11.55 – Durante il 2 contro 2 a metà campo coach Quello là rimprovera Kobe “Stai più giù col sedere in difesa”, risposta “Ok Phil”

ore 12.15 – Sessione di tiro con Messina che gli passa la palla. E’ uno dei momenti più intimi dell’allenamento di Kobe perchè può finalmente parlare italiano. Ettore però ama disturbarlo e ad ogni tiro gli ricorda chi è il suo capo-allenatore.A tutti e due scappa da ridere e la sessione di tiro se ne va a puttane.

ore 12.30 – Finisce allenamento ed ognuno se ne ritorna a casa. Anche Quello là, che però come ogni giorno si ritrova le gomme della macchina bucate.

ore 13.30 – All’uscita dalla palestra una giovane fan molto carina, anzi, una gnocca paurosa, chiede l’autografo a Kobe. Il problema è che nè lui nè lei hanno la penna. Kobe si rivolge alla ragazza “Ti va di scoprire come mai mi chiamano Black Mamba?”

ore 15.00 – Alla questura di Los Angeles viene presentata denuncia di stupro.

ore 15.30 – Dopo l’Adidas, anche la Nike lo abbandona come testimonial.

ore 16.00 – Kobe è il nuovo testimonial della Durex che il giorno dopo lancia sul mercato i nuovi profilattici Black Mamba “Per gli uomini che camminano su tre gambe”

ore 17.30 – Seconda sessione d’allenamento: si ripassano gli schemi a metà campo. Coach Brown (ecco come si chiama!) spiega un nuovo attacco con ribaltamento su lato debole per andare a cercareBynum vicino a canestro “Sul ribaltamento andiamo da Andrew in tacche, se è marcato proviamo un uno contro uno rapido alla Jordan”. Kobe sviene di schianto.

ore 17.55 – Durante il 5 contro 5 a metà campo Kobe ha un’idea “Pau, chiama palla quando sei vicino a Brown, io ti lancio un missile tu ti abbassi e lo prendo in faccia” – “Ok!”

ore 17.58 – parte il missile di Kobe. In quel momento dietro a Gasol taglia forte Metta. Pallonata in faccia a Metta. La carnagione di Kobe passa da Black Mamba a White Mamba Scalabrine. Tutti i giocatori,allenatori, preparatori, custodi scappano a gambe levate.

ore 18.02 – Metta oggi si è svegliato dalla parte giusta. Rientrano tutti in palestra e riprende l’allenamento.

ore 19.00 – L’allenamento finisce e per Kobe c’è un collegamento in diretta con la Tnt: ospite in studio Shaquille O’Neal. Si parla del più e del meno e i due si scambiano battute come vecchi amiconi

ore 19.45 – finisce la diretta e al cellulare di Kobe arriva un sms, mittente OBESO CEL “Sai benissimo che ho dovuto fingere solo perchè questi qua mi pagano. Senza di me avresti tanti anelli quantineuroni ha Artest”.

ore 20.35 – Kobe organizza una pizzata a casa sua coi compagni di squadra, su Espn trasmettono in prima serata la versione americana di Zelig: “Miami Heat”

ore 21.30 – Sono tutti ubriachi

ore 22.30 – LeBron sbaglia il tiro della vittoria. Kobe perde conoscenza a forza di ridere. Bynum litiga col telecomando perchè non riesce ad alzare il volume e Gasol prende due cazzotti in facciada Metta perchè gli ha fatto cadere un pop corn sui pantaloni.

ore 23.00 – I ragazzi a fatica tornano verso casa

ore 00.00 – Kobe si avvia verso il letto ma in tv stanno dando uno speciale in cui Phil Jackson si racconta a cuore aperto. Tante le domande, tanti i retroscena sulla sua lunghissima carriera. Si arriva così al momento clou dell’intervista.. “Phil, è piu forte Jordan o Bryant” – Phil ride. Ride tanto. 5 minuti di risata, poi risponde “Dai su, ma che domanda è? Siete seri? Vogliamoancora raccontarci questa favola? Kobe sta a Jordan come Rosy Bindi a Charlize Theron”

ore 00.45 – Kobe è in una valle di lacrime e non riesce a prendere sonno

ore 01.25 – Kobe decide di fare una telefonata (con voce rotta) “Claudio, sono Kobe” – “Koponen?” – “No, no sono Kobe Bryant” – “Ah ok, ciao Kobe dimmi tutto” – “Ti ricordi quella cazzata che haiinventato a settembre solo per riempire tutte le pagine dei giornali?” – “Certo che me la ricordo, dopo il maraglio-day è stata la mia più grande trovata” – “Bene, voglio venire da te. Vogliogiocare per te. Qui sarò sempre ricordato come il n.2 dopo Jordan. Da voi posso diventare il n.1 nella storia, capisci? Sono più forte di Myers!” – “Certo Kobe capisco, però dai, mica penserai che ti volevo prendereper davvero, no? Io non ho un euro. Pensa che al Bar sotto casa mia segno da 2 anni, abito in affitto e a Pasqua porto la famiglia a mangiare alla Caritas” – “Claudio, per te vengo anche gratis”- “Kobe davvero, non è solo una questione economica. Nel tuo ruolo abbiamo Koponen, faresti fatica a trovare spazio.” cade la linea…

ore 02.00 – Kobe è da solo sul divano. In tv stanno dando uno speciale sulla vita di Jenna Jameson. Kobe si cala le mutande e come nel basket, anche nel sesso, si gioca un uno contro uno..

RAFFAELE FERRARO

Segui Raffaele anche su Twitter @parallelecinico o Facebook La Giornata Tipo

9 risposte a RIDI CHE TI PASSA: La giornata tipo di Kobe Bryant

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche