Get Adobe Flash player

La March madness europea

La Montepaschi Siena riscatta la sconfitta in gara 1 e riesce a far valere il fattore campo sconfiggendo in volata l’Olympiakos. Vittoria molto importante per i toscani ai quali almeno per arrivare alla quinta partita serve la non banale impresa in uno dei due prossimi incontri nella tana degli Ateniesi.

La partita è stata intensa, come e più di gara 1, ed ha ricalcato a tratti le fasi di gioco del match precedente. Siena, dovendo riscattare la sconfitta di mercoledì sera, dopo un inizio in cui ha sofferto la qualità dei lunghi ospiti, Antic e Hines (15 pts), ha innestato la marcia alta. Grazie ad un Lavrinovic in palla (18 pts) agli ottimi Thornton e Moss, capaci di anestetizzare sull’esterno il temibile Spanoulis, ed un ottimo Rakocevic (13 pts), Siena carica di falli i lunghi greci e piazza un break importante concretizzatosi sul + 13 (37-24) al 14′ e chiudendo, solo per il ritorno dei greci, sul + 6 (48-42).

Nel terzo quarto però entra in gioco Mc Calebb. Le accellerazioni e la regia sapiente dell’americano accentuano il vantaggio di Siena la quale. prima riesce a respingere il risveglio di Spanoulis, poi costruiscono un + 15 (67-52) al 29′ che sembra chiudere i giochi. Come in gara 1 però, le apparenze ingannano.

Siena, si intorpidisce, non azzeccando più nulla in attacco, e i greci sono bravissimi grazie ad una imperante freschezza fisica, a tornare in partita. Ne esce un finale al cardiopalma, con Andersen che scuote in attacco i toscani ma l’Olympiakos sempre sul pezzo tanto da essere, per merito di un gioco da tre punti, a -1 (77-76) a 46” dalla sirena. L’inerzia è tutta in mano ai greci aventi pure l’ ultimo possesso; Printezis (15 pts) però  viene uccellato da Mc Calebb, eroe della serata che gli ruba la palla e fa esplodere di gioia il popolo biancoverde. Finisce (81-80) e Siena tira un sospirone di sollievo; la Final Four di Istanbul è ancora li e passerà nella tana del Pireo.

Negli altri quarti di finale, pesante vittoria in gara 2 del Maccabi Tel Aviv in casa Panathinaikos. Di fronte alla bolgia dei 18000 di Atene, gli israeliani, cancellano la debacle di due sere prima giocando un grande match e trascinati da un grandissimo Blu passano al supplementare ribaltando l’inerzia del quarto di finale. Cska Mosca e Barcellona sul 2-0 e ad un passo da Istanbul. Il Cska Mosca regola Bilbao grazie ad un ultimo periodo letale, firmato Kirilenko e Gordon e chiudendo la pratica sul punteggio di (79-60); il Barcellona soffre fino all’ultimo con gli indomiti russi dell’Unics Kazan trascinati da un ottimo Jawai sottocanestro e Nachbar, riuscendo a passare solo di misura (66-63). Decisivi Navarro, Lorbek e Perovic.

Gara 3 dei quarti di finale vedrà:

27 Marzo 2012:

Unics Kazan-Barcellona: 0-2

Maccabi-Panathinaikos: 1-1

28 Marzo 2012:

Olympiakos Pireo-Siena: 1-1

Bilbao-Cska Mosca: 0-2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche