Get Adobe Flash player

Lettera d’aiuto a Danilo

Danilo che ti sta succedendo? Stanotte hai fatto una pessima partita, persa, sembra quasi che non riesci a trovare il bandolo della matassa, è come se tutto quello per cui hai lavorato non lo vedessi più. L’anno in cui sei la stella della tua squadra, dove tutto può cambiarti, tu mi sparisci così?

L’inizio dell’anno non è stato dei più esaltanti ammettilo, dai, un perfezionista come te, pronto a migliorare ovunque e contro chiunque, uno come te che è venuto a Milano a lavorare e a mettersi in gioco davvero e non come gli altri partiti solo per guadagnare. Noi italiani abbiamo un’ammirazione per te, Danilo, che è veramente grande. Ti abbiamo visto come il ragazzo, figlio di un grandissimo difensore del basket italiano, che ha sempre lavorato tanto in palestra, che non ha mai sfruttato il cognome e si è ritagliato una carriera unica.

Ieri hai avuto la palla della vittoria, e quante ne hai avute, ma eri solo, un terzo tempo di sinistro da solo… potevi sbancare lo Staple Center di Los Angeles, battere Kobe, rimanere imbattuto… e poi che è successo? sei caduto a terra dopo l’errore, perso. Adesso apri gli occhi, rialzati come hai sempre fatto anche a New York dopo l’operazione, stringi i denti e dimostra quello che sei. Diciamo che è stata l’ultima cosa che hai fatto dell’anno vecchio, volta pagina campione.

Nino non aver paura di tirare un calcio di rigore, non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore, un giocatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo e dalla fantasia!”

7 risposte a Lettera d’aiuto a Danilo

  • Jimmy scrive:

    un errore così marchiano state certi che danilo non lo farà più… e comunque per valutare il gallo bisogna vedere quello che fa su due lati… ha tenuto kobe a 6-18 e 6-28 nelle due partite del back to back..

  • Italian KD scrive:

    MA Dai una partita con due errori marchiani ci può stare soprattutto allo Staple Center, comunque non credo che Danilo possa diventare un go to guy, ha più probabilità di esserlo il MAgo(forse già lo è nella pochezza di Toronto); Danilo può giocare in tutti i quintetti Nba ma non può essere ancora quello che ti risolve la partita a 3 secondi dalla fine,giocassi a Denver la darei a Miller la palla della vittoria, dicendo questo non voglio dire che sia sopravvalutato.

    P.s Mi piacerebbe veder il Mago ad Orlando che copia di lunghi con Superman, così potrebbe giocare da 4 caXXo.

  • mao scrive:

    Trovo esagerati i commenti negativi sul gallo. Se fosse matematico mettere dentro quel tiro o quell entrata sarebbe un gioco noioso. A mio avviso bisogna giudicare nel complesso (vedi anche difesa).

  • Gancio Cielo scrive:

    Per quanto possa sembrare paradossale, Danilo paga il credito infinito che gli stanno concedendo. Nei primi due anni di Bargnani ai Raptors, ricordo dichiarazioni molto critiche della dirigenza di Toronto. Al Mago non è mai stato perdonato nulla, e questo lo ha forgiato, al punto che se non lo obbligassero a giocare da centro, segnerebbe 30 punti a partita. Il Gallo non è riuscito a incidere nelle sue partite milanesi, figuriamoci in Nba. Ha bisogno di essere messo spalle al muro, anzi, culo in panca. E il quintetto deve meritarselo con i numeri.

  • Hacis scrive:

    Va bene l’errore madornale di ieri, ma, secondo me, ci si aspetta sempre troppo da Danilo. È un buon giocatore, ma non ha i mezzi per decidere le partite; se non è in serata al tiro come ieri (può capitare, per carità, e chiunque abbia giocato lo sa bene), diventa addirittura dannoso.
    Si tende a sopravalutarlo solo perché è italiano.

  • Paolo scrive:

    Anche io ieri non credevo ai miei occhi, il tiro da 3 alla fine e il tap-in del pari mi hanno scioccato, il Gallo con tutto il lavoro fisico che ha fatto , ha modificato la sua meccanica di tiro e da 3 non e come 2 anni fa, come hanno detto i telecronisti di SKY, dai GALLO fa vedere chi sei, siamo con te e con Andrea e Marco che auguro a uno di avere una squadra piu forte attorno e Marco di ricevere piu passaggi dai compagni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche