Get Adobe Flash player

Bynum: il prodotto di Messina

Ho aspettato il ritorno di Bynum per testare il milioramento del centro dei Lakers rispetto allo scorso anno. Viste le prime partite e visto il livello medio in Nba, posso affermare che ad oggi è il centro più difficile da affrontare in tutta la lega. Insomma la fisicità e la tecnica messa in mostra quest’anno da Andrew Bynum non la trovo in nessuno centro, nemmeno il tanto sbandierato Superman.

Howard è il prototipo del centro post-Shaq, atletico e non pesante, con poca tecnica e gioco al di sopra de ferro sono i dettami che propone il centro di Orlando ad ogni uscita. Secondo me non era l’obiettivo di mercato di Los Angeles e non credo proprio che ci vogliano arrivare e, aggiungo io, in Nba non sposta molti equilibri come si vuol far pensare. Insomma il rapporto qualità prezzo non mi convince per niente. Lo vedo più come comprimario, come centro che arricchisce il quintetto base, che dovrebbe andare in una squadra già pronta per vincere, non fa da solo una franchigia come invece fanno altri (Rose, Durant, Wade, Lebron, Bryant). Insomma se avessi a disposizione un mio salary cap preferirei Bynum piuttosto che Howard ed investire in una guardia forte.

Bynum è migliorato moltissimo, è inaspettato il livello raggiunto in pochi mesi rispetto allo scorso anno, movimenti spalle a canestro, presenza difensiva e percentuali d’attacco miglioratissime. E’ anche vero che con il sistema offensivo di coach Brown (coadiuvato e consigliato dal nostro Ettore Messina) il lungo dei Lakers riceve molte più palle ed è centrale nlle rotazioni d’attacco per creare spazio alle guardie. Questo è importante perchè è l’emblema dell’importanza di un allenatore capace all’interno di una squadra, riuscire a cambiare un giocatore normale in un ottimo centro in così poco tempo non è da tutti. Ritengo, checchè la modestia di Messina non glielo farà mai dichiarare, un altra delle ue idee ben riuscite!  Grande Ettore, hai creato il centro dominante che i Lakers cercavano, a poco prezzo!!!

3 risposte a Bynum: il prodotto di Messina

  • Ugo scrive:

    Condivido l’opinione che Bynum sia uno dei primissimi centri NBA (ma secondo me Howard rimane davanti, almeno per il momento).
    Vorrei far però notare che non è poi così economico (viaggia mi pare a 13-14 M annui) e che non l’hanno “inventato” in questa stagione: se le cifre sono in forte aumento, sono anni che si aspettava il suo dominio: bastava aumentare i minuti e tenere lontani gli infortuni.
    Proprio questi sono l’unico limite di Bynum, che per il resto è un giocatore ideale intorno a cui costruire una contender.
    per questo ritengo che i Lakers NON cercheranno Howard, mentre Gasol non può dormire sonni tranquilli: se per esempio fosse possibile fare una trade per D Williams simile a quella fatta saltare da Stern per Paul, credo che Kupchak accetterebbe al volo.
    E IMHO farebbe anche bene: garantirebbe ai Lakers una nuova coppia di giovani fenomeni su cui costruire la squadra del futuro, senza pregiudicare la ricerca immediata dell’anello con Bryant.
    Per non parlare dell’effetto benefico che avrebbe un vero play su Bynum!!!

  • double G scrive:

    bynum è fortissimo tecnicamente nonostante la sua mole(karim abdul jaabar è stato un ottimo mentore)…lo penalizza il fatto ke spesso è soggetto ad infortuni più o meno lunghi e una squadra ke punta al titolo nn può permettersi d giokare senza il centro titolare sopratutto nei momenti kiave della stagione(playoff)

  • Lore2324 scrive:

    Da tifoso lakers sono convinto anch’io delle qualità di bynum e anch’io penso che howard non abbia la tecnica di bynum..ma resto convinto che hai lakers nn basti per l anello..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche