Get Adobe Flash player

Chiamateci Campioni del Mondo

Il "Campione del Mondo" Shawn MarionI Dallas Mavericks sono probabilmente la franchigia che nella storia della NBA, da campioni in carica, sono stati più  bistrattati dai media. In parte questo blackout informativo è dovuto alla pre-stagione corta che non dà il tempo materiale di dare tutte le notizie e di commentare alcuni episodi, in parte, però, questa specie di silenzio stampa è dovuto a cosa successo durante gli scorsi playoff: a differenza di altre “galoppate” vincenti seguite per filo e per segno dai media, ad aprile in pochi credevano che i Mavs sarebbero arrivati a giocarsi la finale di Conference figurarsi poi a vincere il titolo. Il mercato non esaltate dei texani ha finito per relegare i campioni in carica a semplice sparring partner con scarse (se non proprio nulle) possibilità di ripetersi e quindi tutte le testate principali non danno loro spazio.

Ovviamente, i Mavs non vivono bene questa situazione, anzi, ne sono fortemente infastiditi. Esempio ne è Shawn Marion che infastidito dal mancato interesse dei media nazionali nei confronti dei Mavs e dal loro scetticismo sulle possibilità di bissare il successo, in conferenza stampa, è arrivato a reclamare che tutti parlino di lui e i suoi compagni con il titolo che formalmente spetterebbe loro:

“Voglio che, d’ora in poi, tutti voi mi chiamiate ‘CAMPIONE DEL MONDO’. Siamo arrivati al punto che chiunque cominci a parlare di noi si ritrova a parlare di tutti gli altri, cosa che mi infastidisce parecchio. Tutti voi state cercando di sottrarci qualcosa che abbiamo ottenuto lavorando tanto e sodo. Tutta la squadra si è guadagnata il diritto di essere affrontata come Campione del Mondo…non come una qualsiasi della classe.”

Effettivamente non mi sono sempre espresso nei confronti di Marion come “Campione del Mondo” anche perché la stessa denominazione è imprecisa; senza contare che, anche se tutti avranno un anello, non tutti hanno contribuito alla causa allo stesso modo.

Di fatto, non credo che il buon vecchio Shawn voglia realmente essere epitetato ad ogni citazione come “Campione del Mondo”, ma che la sua sia una semplice uscita per cercare di riportare i riflettori là dove effettivamente sarebbe giusto siano: sui Mavs. Certo sarebbe accaduto anche quando a Natale avrebbero giocato con gli Heat, ma ricordare un po’ prima alla gente che esistono, male non fa di certo, è anche un modo per riavvicinare i tifosi texani ai loro beniamini.

E allora diamo a Cesare quel che è di Cesare, scherziamoci su e diciamo che il “Campione del Mondo” Marion ha ragione…almeno fino alla notte di Natale…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche