Get Adobe Flash player

Ancora out Bargnani, Rose stende anche i Raptors

Ora le vittorie di vantaggio sugli Heat e i Celtics, sono 3 e 4, ma visto il crollo degli Spurs i Bulls vedono concretamente anche la possibilità di chiudere un’incredibile stagione regolare al primo posto assoluto. Il momento magico dei Tori non si ferma quindi contro i Raptors allo sbando completo e privi di Bargnani, ancora out per problemi alla caviglia, e di Calderon, ai box per il tendine del ginocchio sinistro.

Ci sono poche parole per l’ennesima partita (da 32 punti, 10 assist e 3 stoppate) di Derrick Rose, che entra in campo col dente avvelenato e a fine partita ci spiega perchè: “mi ricordo bene come hanno festeggiato la vittoria a Toronto (quando i Raptors regolarono i Bulls con un 118 a 113). Quando vedi la differenza della loro esultanza rispetto alle altre vittorie da una parte sei onorato, ma dall’altra è una cosa che vuoi vendicare”.

E’ la sesta partita dell’anno che il numero 1 chiude con almeno 30 punti e 10 assist e se andiamo a riprendere gli almanacchi ci accorgiamo che a Chicago solo un certo Michael Jordan era in grado di tenere un livello così:

Michael Jordan 14 1988-89
Derrick Rose 6 2010-11
Michael Jordan 5 1989-90
Michael Jordan 4 1991-92
Michael Jordan 4 1987-88

Arrivano buone notizie anche dall’infermeria dei Bulls, che nella notte hanno dovuto rinunciare a Noah per una distorsione alla caviglia. Coach Thibodeau: “ormai ci siamo, è quasi recuperato. Credo che lo vedremo in campo martedì contro i Suns”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>