Get Adobe Flash player
george westbrook

Paul George ai Thunder, Teague ai Timberwolves, la NBA si trasferisce definitivamente a Ovest

Una trade che ha sorpreso tutti a una sola ora dall’apertura della free agency e che mette la parola fine alle continue voci di mercato […]

AP KNICKS JACKSON BASKETBALL S BKN FILE USA NY

Divorzio in vista tra Phil Jackson e i Knicks

Sembra che sia arrivata al capolinea l’esperienza da presidente dei New York Knicks per Phil Jackson. Ramona Shelburne di ESPN ha rivelato che nella giornata […]

westbrook mvp

Westbrook è l’MVP 2017: «Non ce l’avrei fatta senza la mia famiglia»

Nella prima serata in stile “Notte degli Oscar” Russell Westbrook riceve il premio Most Valuable Player per la stagione 2016/17. Proprio nell’anno in cui ha […]

Markelle Fultz

Butler ai Timberwolves per LaVine e Dunn, l’unica sorpresa della notte del Draft

Tutto è andato come da previsioni, i Philadelphia 76ers con la prima scelta al Draft 2017 hanno scelto il play dalla DeMatha High School Markelle […]

Melo via dai Knicks solo per i Cavs o i Rockets, Gallinari primo obiettivo dei Clippers, Young vicino agli Warriors

carmelo anthonyForse questa volta ci siamo davvero, Carmelo Anthony ha fatto sapere di valutare la possibilità di non sfruttare la No-Trade Clause in caso di scambio con i Cleveland Cavaliers o gli Houston Rockets. La notizia è stata resa nota da Adrian Wojnarowski, da poche ore nuova “penna” di ESPN, che ha rivelato l’interesse di Melo per i Rockets subito dopo l’arrivo in Texas del 9 volte All-Star e suo amico Chris Paul.

Anche LeBron James è in strettissimi rapporti con Anthony e soprattutto i Cavaliers sono l’unica concreta possibilità per lui di arrivare alle Finals, per la prima volta in carriera, vista l’assenza di concorrenza ad Est. La cosa difficile per i Knicks è riuscire ad ottenere una contropartita allettante, sia dai Cavs che dai Rockets.

Continua a leggere

Millsap ai Nuggets, anche Gibson torna alla corte di Thibodeau, i Cavs confermano Korver e scelgono Calderon

paul-millsapTanti gli affari conclusi nei primi giorni del mercato dei free agent e la NBA cambia faccia. La costante è sempre la stessa: le stelle, fatta eccezione per LeBron, si stanno tutte trasferendo verso la Western Conference. L’ultimo della lista a partire da Est è Paul Millsap, che già in inverno era sul punto di lasciare gli Hawks e ora ha trovato un accordo con i Denver Nuggets per 3 anni a 90 milioni.

Dopo 7 con i Jazz e 4 con gli Hawks, Millsap cambia nuovamente maglia, nell’estate successiva alla sua miglior stagione NBA per numeri, per i quali ha sicuramente influito l’assenza di Al Horford, passato l’anno scorso ai Celtics: 18,1 punti e 7,7 rimbalzi di media.

Continua a leggere

Griffin resterà ai Clippers, Patty Mills rinnova con gli Spurs, maxi contratto anche per John Wall

blake-griffin-clippers-blackTanti i big che a sorpresa hanno cambiato maglia in queste ore di mercato NBA, ma anche qualche rinnovo importante. Dopo la partenza di Chris Paul le “chiavi” dei Clippers sono nelle mani di Blake Griffin, che ha deciso di restare e firmare un contratto di 173 milioni per 5 anni. Inoltre Griffin ha strappato una clausola che gli consente di rifiutare eventuali trade non gradite.

Fonti vicine al giocatore hanno rivelato i dettagli di una riunione tra il giocatore, coach Rivers e il proprietario Ballmer, meeting andato alla grande seguito da una cena. Sembra che Griffin abbia dichiarato: «Nonostante proposte importanti voglio vincere con i Clippers».

Continua a leggere

Curry rinnova con gli Warriors, è il contratto più ricco della storia NBA

stephen curry tripleNon c’erano molti dubbi a riguardo, ma i Golden State Warriors non hanno perso tempo e pochi minuti dopo l’apertura del mercato dei free agent hanno voluto mettere tutto nero su bianco. Stephen Curry rinnova il contratto per 5 anni alla cifra record di 201 milioni.

«Vogliamo fare quello che è nelle nostre possibilità per far rimanere Steph e perché sia felice», aveva detto il proprietario degli Warriors Joe Lacob solo pochi giorni fa, «e so che lui vuole restare». Mai nella storia NBA si era superata la somma di 200 milioni per un contratto.

Continua a leggere

Paul George ai Thunder, Teague ai Timberwolves, la NBA si trasferisce definitivamente a Ovest

george westbrookUna trade che ha sorpreso tutti a una sola ora dall’apertura della free agency e che mette la parola fine alle continue voci di mercato intorno a Paul George, il quale ha scelto gli Oklahoma City Thunder, che superano la concorrenza di Cleveland Cavaliers, Boston Celtics e Houston Rockets. Gli Indiana Pacers ricevono nello scambio Victor Oladipo e il lungo Domantas Sabonis.

George quindi lascia Indiana dopo 7 anni per raggiungere l’MVP in carica Russell Westbrook, con tutta probabilità per una sola stagione, vista la volontà di tornare nella sua California il prossimo anno, in maglia Lakers. L’ufficialità della trade ancora non c’è, ma la conferma arriva direttamente da George, che su Instagram ha già pubblicato un post di ringraziamento per i Pacers e un altro col suo nuovo compagno Westbrook.

Continua a leggere

Lou Williams: «Troppi nerd che parlano di sport e nessuno che sia un atleta»

lou williamsUno dei più attivi della NBA sui social, specialmente Twitter, è sicuramente Lou Williams, protagonista di ben 3 trasferimenti nel giro di 3 mesi: dai Lakers ai Rockets e poi nuovamente a Los Angeles sponda Clippers (nella trade di Chris Paul). Nelle ultime ore ha deciso di intraprendere una crociata a suon di tweet nei confronti di giornalisti e opinionisti, evidentemente disturbato dalle critiche o dalla poca considerazione.

“Per me è pazzesco che tutti questi nerd parlino di tutti gli sport. Nessuno di questi è un atleta eppure condividono le loro opinioni e analisi”, questo il pensiero di Lou, che poi ha deciso anche di rispondere a chi criticava questa sua accusa.

Continua a leggere

Green: «Ho imparato gli aiuti a 12 anni, per questo ora sono un difensore spettacolare»

draymond greenÈ il giocatore chiave di questi Warriors, che possono permettersi un certo tipo di gioco grazie alla sua versatilità in attacco e in difesa. L’ascesa di Draymond Green da 35esima scelta al Draft del 2012 a leader dei Golden State Warriors l’ha portato a vincere 2 anelli in 3 anni e per la prima volta in carriera il premio di Defensive Player of the Year.

Definito dalla maggior parte dei colleghi come il miglior trash talker, Green ha spiegato ieri, durante la conferenza stampa organizzata dagli Warriors, il segreto della sua abilità in difesa: «Sono stato fortunato ad aver avuto allenatori che hanno speso del tempo per insegnarmi i fondamentali».

Continua a leggere

Lauri Markkanen chide al più grande l’autorizzazione per il numero di maglia

Lauri MarkkanenDalle parti di Chicago è in atto una rifondazione del roster, iniziata già l’anno scorso con la partenza di Derrick Rose e Joakim Noah e proseguita in questi giorni con la trade che ha spedito Jimmy Butler a Minnesota in cambio di Zach LaVine e Kris Dunn. Nello scambio è passato ai Bulls anche Lauri Markkanen, scelto dai Timberwolves al Draft, e non poteva presentarsi ai nuovi tifosi in modo migliore.

Come numero Markkanen ha scelto il 24, ma ovviamente ha voluto prima chiedere il permesso alla leggenda che ha indossato quella maglia prima di lui: Brian Scalabrine.

Continua a leggere

Gordon Hayward si libera dai Jazz e sarà free agent, Celtics in vantaggio sugli Heat

isaiah thomas haywardQueste sono le ultime ore che precedono il mercato dei free agent, che aprirà ufficialmente il 1 di luglio alle 12:00. Molti i grandi nomi che dovranno decidere dove andare a giocare, in un clima che si è fatto decisamente aggressivo dopo la trade tra Clippers e Rockets.

Tra i top player che hanno più mercato c’è Gordon Hayward, leader e miglior marcatore degli Utah Jazz, che poche ora fa ha fatto sapere alla società che sfrutterà l’opzione a lui riservata nel contratto, rifiutando quindi un anno a 16,7 milioni, per diventare unrestricted free agent e provare a firmare per 4 anni a almeno 130 milioni.

Continua a leggere

La gestione del figlio Austin alla base della rottura tra coach Rivers e Chris Paul

paul rivers clippersUna trade che ha spiazzato tutti quella che ha visto Chris Paul trasferirsi da Los Angeles a Houston, per raggiungere il suo amico James Harden ai Rockets. Dal momento in cui è trapelata la notizia si sono rincorse le voci riguardo ai motivi di una partenza che molti davano per probabile.

È il giornalista di SportsCenter Michael Eaves a rivelare che la causa principale dello scontento del play ex Hornets sarebbe la gestione di Austin Rivers da parte del padre Doc, head coach dei Clippers dal 2013. Un risentimento, secondo Eaves, che avrebbe distrutto l’armonia nello spogliatoio e che si è visto in campo, specialmente nel finale di stagione.

Continua a leggere

Chris Paul ai Rockets per Patrick Beverley, Lou Williams e Sam Dekker

chris-paul-clippersClamorosa svolta nella trattativa tra i Los Angeles Clippers e Chris Paul. Già negli ultimi giorni era trapelata la ferma volontà degli Houston Rockets di arrivare al play 32enne e pochi secondi fa si è arrivati all’accordo. Paul ha approfittato della clausola per un altro anno a 24,2 milioni e i Clippers hanno potuto scambiarlo con i Rockets per un pacchetto di giocatori e una prima scelta al Draft del 2018.

La notizia è stata resa nota dal The Vertical, secondo il quale i giocatori a lasciare Houston per Los Angeles saranno Patrick Beverley, Lou Williams e Sam Dekker.

Continua a leggere

Divorzio in vista tra Phil Jackson e i Knicks

AP KNICKS JACKSON BASKETBALL S BKN FILE USA NYSembra che sia arrivata al capolinea l’esperienza da presidente dei New York Knicks per Phil Jackson. Ramona Shelburne di ESPN ha rivelato che nella giornata di oggi arriverà l’annuncio ufficiale da parte del proprietario James Dolan, che sembra non abbia digerito le ultime dichiarazioni di Jackson e il tentativo di inserire in una trade Kristaps Porzingis nelle ore che hanno preceduto il Draft.

Questa è solo l’ultima di una serie di uscite pubbliche che non hanno certo aiutato la situazione disastrosa in cui i Knicks si trovano da ormai troppi anni.

Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche