Get Adobe Flash player

Kevin Love sempre più vicino ai Cavs, ma i Bulls non mollano

kevin loveDalle parti di Cleveland si pensa alla trattativa praticamente come conclusa. Secondo la dirigenza dei Cavaliers infatti la contropartita offerta è sufficiente per convincere i Timberwolves a lasciar partire Kevin Love, ma i Chicago Bulls stanno tentando di inserirsi tra le due squadre puntando più sulla volontà del giocatore. Come già anticipato giorni fa i Cavs sono pronti a mettere sul piatto la prima scelta assoluta di quest’anno Andrew Wiggins, quella dello scorso anno Anthony Bennett e una prima scelta al Draft della prossima stagione.

La dirigenza dei T’wolves ha più volte lasciato intendere che la volontà è quella di non lasciare andar via Love per questa stagione, sapendo che la prossima estate sarà free agent, ma è anche vero che uno scambio immediato potrebbe convenire se l’alternativa è perdere il giocatore a zero.

Continua a leggere

I Bulls confermano Hinrich, Jefferson ai Mavs

kirk hinrich bullsIn un’estate di grandi cambiamenti la squadra di Chicago ha deciso di ripartire da una conferma. Dopo l’ufficialità degli acquisti di Pau Gasol e Nikola Mirotic, i Bulls hanno dato la notizia dell’accordo con Kirk Hinrich, con un biennale che assicura uno stipendio di 2,7 milioni per la prossima stagione e un’opzione per il giocatore che può liberarsi prima del secondo anno.

Hirnich ha passato 9 delle sue 11 stagioni in NBA con la maglia dei Bulls ed è l’ideale per le rotazioni di coach Thibodeau, per la sua capacità di difendere sui play avversari e le sue ottime capacità in fase di gestione della fase offensiva. In più ha dimostrato di essere un valido sostituto di Derrick Rose, che ancora non dà certezze riguardo il suo rendimento dopo il secondo grave infortunio.

Continua a leggere

VIDEO: LeBron scatenato alla partita del figlio

Lebron-James Miami HeatSicuramente non è l’estate con più tempo libero per LeBron James, impegnato prima nei colloqui con la dirigenza degli Heat, poi con la decisione di tornare a Cleveland e ora nella scelta del numero. In questi giorni ha comunque trovato del tempo per seguire il figlio, LeBron Jr., impegnato in una partita del campionato nazionale AAU Fourth Grade Division con i Miami City Ballers alla Kentucky Basketball Academy a Lexington.

Puoi essere anche LeBron James, ma quando c’è tuo figlio che gioca diventi un tifoso scatenato e infatti il Prescelto ha partecipato alla gara di “Bronny” con un trasporto incredibile, regalando al piccolo anche qualche prezioso consiglio, che gli è stato utile per gli 11 punti finali, 2 dei quali sono anche ripresi nel video.

Continua a leggere

Ettore Messina agli Spurs, ecco l’accoglienza dei campioni

ettore messina nbaOra abbiamo la possibilità di vedere il miglior coach della NBA al lavoro con quello che probabilmente è il miglior allenatore europero, sicuramente il migliore italiano del momento. Dopo l’esperienza come consulente ai Los Angeles Lakers Ettore Messina approda allo staff dei San Antonio Spurs, i campioni in carica, alla corte di Gregg Popovich.

Per 2 volte Messina ha vinto il premio di allenatore dell’anno in Eurolega e ora può misurarsi con un head coach come Pop, che ha espresso per lui parole di elogio: «Sono onorato di avere un professionista di tale livello nel mio staff. Coach Messina è un allenatore eccezionale, un grande leader e qualcuno da cui c’è sempre da imparare molto». Certo dette da Popovich sono parole che hanno tutto un altro effetto.

Continua a leggere

Wade fa uno sconto e resta a Miami, Stephenson lascia i Pacers

wade«Sono orgoglioso di aver passato ogni singolo giorno della mia carriera come membro dei Miami Heat e di aver portato tre campionati a questa grande città», queste le parole di Dwyane Wade subito dopo la firma del contratto. «Qui ho passato periodi buoni e momenti difficili. Ho fiducia nella società e nella squadra che stanno costruendo. Per tutti i fan degli Heat, a Miami e in tutto il mondo, so che continuerete a sostenere la nostra squadra».

Secondo alcune fonti vicine alla società l’accordo prevede un biennale a 31 milioni, con un’opzione che potrebbe liberare il giocatore nelle mani di Wade. Quindi il numero 3 rinuncia più o meno a 11 milioni, visto che ha rifiutato l’offerta precedente di 42, volendo sondare il mercato da free agent.

Continua a leggere

Vince Carter ai Grizzlies pensa in grande: «Se ce l’hanno fatta gli Spurs…»

vince carterNell’estate che molti definiscono come quella della rinascita dei Dallas Mavericks uno dei nomi illustri ad essere stato escluso è quello di Vince Carter. L’ex Raptors ha infatti ufficializzato il passaggio ai Memphis Grizzlies con un contratto di 3 anni a 12 milioni, quindi cambiando casacca dopo 3 stagioni in Texas e l’eliminazione in Gara 7 per mano dei San Antonio Spurs ai playoff dell’ultima stagione.

A Memphis Carter troverà una squadra sicuramente di livello, in grado di raggiungere i playoff in tutte le ultime 4 stagioni e con la finale di Conference persa contro gli Spurs nel 2013, ma forse un po’ “piena” di 30enni, come  Zach Randolph (che ha appena prolungato il contratto), Tony Allen e Tayshaun Prince. Vince però non crede che questo sia un problema, anzi.

Continua a leggere

Gli Heat del “dopo James” puntano su Deng, i Rockets perdono Parsons

luol dengA Miami si lavora per riempire l’enorme mancanza lasciata da LeBron James, che ha deciso di tornare a Cleveland e nella giornata di ieri si è arrivati ad un accordo con Luol Deng, ala che ha collezionato 40 presenze nella scorsa stagione proprio con i Cavaliers, ma che ha passato praticamente tutta la carriera NBA a Chicago. Il contratto è di due anni a 20 milioni e ha permesso agli Heat di superare la concorrenza di Dallas e Atlanta.

Oltre all’acquisto di Deng e al nuovo contratto di Chris Bosh la società ha deciso di confermare altri due giocatori del “vecchio” ciclo, entrambi per 2 anni. Nelle ultime ore infatti sono arrivate le firme di Chris Andersen, che pare abbia un contratto da 10 milioni e Mario Chalmers, sempre per 2 anni ma a 8 milioni totali.

Continua a leggere

Anche Melo ha confermato. Ufficiale il contratto coi Knicks

carmelo anthony knicksDa poche ore sul suo sito ufficiale Carmelo Anthony ha ufficialmente annunciato che lui e i New York Knicks sono arrivati ad un accordo per il nuovo contratto. «Questa società mi ha sostenuto e in cambio voglio rimanere e costruire qui in questa città e la mia squadra», ha scritto Anthony in un comunicato. «In questo punto cruciale della mia carriera, dovevo esaminare con la mia famiglia tutte le opzioni disponibili. Ma il mio cuore non ha mai avuto alcun dubbio».

«Ricorderò sempre questo capitolo della mia vita. Alla fine, io sono un New York Knick nel cuore», ha continuato. «Non vedo l’ora di continuare la mia carriera in arancione e blu e di lavorare con Phil Jackson, un campione che ha sempre costruito squadre di successo. Il Madison Square Garden è la mecca del basket e sono circondato dai più grandi fan in tutto il mondo».

Continua a leggere

Paul Pierce passa agli Wizards, Ariza a Houston. Nel mirino c’è Kevin Durant

pierce-nets-fratturaÈ durata solo un anno l’esperienza dell’ex capitano dei Celtics Paul Pierce in maglia Nets. Da poche ore è infatti ufficiale il suo passaggio a Washington, con un contratto che lo lega agli Wizards per 2 anni a 11 milioni. Il contratto prevede un clausola che consente al giocatore, 36enne, di diventare free agent già dalla prossima stagione.

Il primo a darne l’annuncio è stato lo stesso Paul Pierce che nella notte ha twittato: “Obama, J. Wall sto arrivando”. Subito dopo è arrivato il messaggio di risposta di John Wall: “Benvenuto a DC the truth Pierce”. Per i Nets la partenza di Pierce, unita a quella di coach Kidd, potrebbe mettere a rischio l’ultima stagione di contratto di Kevin Garnett, che potrebbe non gradire le strategie della società.

Continua a leggere

Attenzione ai Cavs: vicino anche Kevin Love. Pau Gasol tra Bulls e Spurs

love-mettaOra Cleveland comincia davvero a fare paura. Con il ritorno di LeBron James, la conferma di Kyrie Irving e di giovani molto interessanti, un altro pezzo da 90 sta valutando seriamente di trasferirsi ai Cavaliers. Questo è quello che hanno rivelato alcune fonti vicine a Kevin Love, che al termine della stagione regolare aveva già confessato di essere parecchio amareggiato per il fatto di non aver fatto alcuna apparizione ai playoff in 6 stagioni nella NBA.

Lo scambio però tra i Timberwolves e i Cavaliers non è per niente facile. La squadra di Minnesota vorrebbe mettere le mani sulla prima scelta assoluta all’ultimo Draft Andrew Wiggins, ma i Cavs sarebbero pronti a sacrificare altri due giocatori: Anthony Bennett, prima scelta lo scorso anno, che però ha deluso e non poco e Dion Waiters. Questo sarebbe il punto di stallo tra le sue società.

Continua a leggere

Lakers fuori dalla corsa a Melo: preso Lin, confermati Young e Hill

jeremy linLa squadra di Los Angeles non è più tra le opzioni di scelta di Carmelo Anthony. Questa è l’indiscrezione che gira intorno al giocatore, che ora sta valutando solamente la conferma ai Knicks o il trasferimento ai Chicago Bulls. Il presidente dei Knicks Phil Jackson ha rivelato di essere piuttosto fiducioso e spera che Melo accetti il contratto offertogli in questi giorni, per una cifra vicina ai 129 milioni per 5 anni e a conferma di questo ci sono state anche le parole del neoallenatore Derek Fisher.

Per il numero 7 quindi è diventata una corsa a due, con i Knicks in leggero vantaggio, mentre la dirigenza dei Lakers è corsa subito ai ripari. Nella notte è stato chiuso l’accordo con Jeremy Lin con una trade dalla quale gli Houston Rockets si assicurano una prima scelta al Draft. Al momento Lin è il quarto play in rosa con i Lakers dopo Steve Nash, il rookie Jordan Clarkson e Kendall Marshall, che però non  ha il contratto confermato.

Continua a leggere

LeBron ha deciso: «Ritorno a Cleveland»

Lebron-James Miami HeatHa tenuto col fiato sospeso per almeno un paio di settimane tifosi e appassionati, ma alla fine LeBron James ha preso la sua decisione. Dopo aver valutato la prospettiva di restare a Miami per riprendere il ciclo di successi ha deciso di rivestire la maglia dei Cleveland Cavaliers. A darne l’annuncio è lo stesso giocatore a Sports Illustrated: «La mia relazione con il Northeast Ohio va oltre la pallacanestro. Ora lo sento più di 4 anni fa».

LeBron lascia quindi Miami dopo tanti successi. «La cosa più difficile è abbandonare quello che ho costruito qui con i miei compagni. Ho parlato con alcuni di loro e gli altri li sentirò a breve. Sarà dura per tutti, ma per me questa è la decisione migliore». Le reazioni ovviamente si sono scatenate, ma dalle parti di Miami sicuramente non l’hanno presa benissimo. Il proprietario degli Heat sul suo profilo Twitter si è detto contrariato.

Continua a leggere